Percorso di visita

Definito da Edouard Aubert il più bel monumento dell'età feudale in Valle d'Aosta, il castello è un cubo poderoso di circa 30 metri di lato, coronato da fitti beccatelli che sostengono la merlatura, in seguito coperta dal tetto.

Superata l'antiporta che si apre nella cinta fortificata, accessibile anche a cavallo dal ponte levatoio, si incontra l'edificio destinato a corpo di guardia situato di fronte all'entrata del castello. Il portale di ingresso immette in un androne (1) difeso da una caditoia dissimulata nella volta; una seconda porta, anticamente protetta da una saracinesca, dà accesso al cortile del castello (2).

Attorno a questo ambiente quadrato il corpo dell'edificio è disposto ad anello su tre piani, collegati da un monumentale scalone in pietra impostato su archi rampanti. La regolarità geometrica della struttura e l'essenzialità della decorazione, affidata unicamente ai particolari in pietra verde e bianca lavorata, si intonano al carattere militare dell'edificio e denotano altresì l'eccellenza delle maestranze che operarono a Verrès.

Al piano terreno si aprono due grandi saloni simmetrici che occupano per intero i lati est e ovest del castello, mentre a sud è situata la cucina (3). Il salone orientale (4), probabilmente in origine adibito a magazzino per l'artiglieria, è coperto da una volta a botte. Di maggior interesse è la sala d'armi sita a occidente (5), voltata a sesto acuto: essa presenta due camini monumentali dagli stipiti sagomati; il raddoppio delle murature e altri indizi emersi nel corso del recente restauro attestano la sovrapposizione di più campagne costruttive.)

I locali del primo piano, riservati ai signori del castello, sono illuminati da eleganti bifore di gusto trecentesco, più ampie di quelle degli altri piani. La grande sala da pranzo (6) è collegata da un passavivande alla cucina padronale (7). Questo ultimo ambiente, dotato di tre grandi camini, presenta una volta in pietra a vele multiple rifatta ai tempi di Renato di Challant, l'unica copertura originale ancora esistente nel castello; degno di nota è anche il camino sul lato nord, di dimensioni eccezionali e riccamente decorato da modanature e pilastrini.
Al secondo piano (non visitabile) sono situati gli appartamenti di servizio, collegati da una scala in legno al piano delle caditoie.

 

Castelli



Torna su