Cucina

 

Il locale č suddiviso da una cancellata lignea in due zone, forse destinate a diversi procedimenti di preparazione dei cibi: una pių ampia dotata di un grande camino, di un forno e di due ripostigli a muro, e collegata da uno sportello passapiatti all'attigua sala da pranzo; l'altra, di dimensioni inferiori, dove si trovano un camino e un acquaio.
Secondo l'interpretazione tardottocentesca riproposta anche al Borgo Medievale di Torino, la parte di dimensioni maggiori era riservata ai signori, l'altra alla servitų.

La panca pių lunga e il tavolo appartengono all'arredo antico del castello, cosė come la catena tripla appesa al camino monumentale, menzionata nell'inventario del 1565. Le stoviglie e i vari utensili sono anche in questo caso riproduzioni di originali tardomedievali.

 



Torna su