Camera e studiolo di Giorgio di Challant

 

Nell'inventario del 1565 la stanza era detta «chambre de sainct Mauris» dalle croci mauriziane che decorano il soffitto a cassettoni. In origine le pareti erano coperte da una tappezzeria in lana con le insegne Challant, quasi a sottolineare lo stemma di Giorgio di Challant dipinto sul camino.

L'arredo attuale, sistematovi da Avondo, comprende un letto dei primi del XVI secolo, una seggetta e una credenza in stile gotico, ambedue rifacimenti tardo-ottocenteschi.

Tra gli arredi del piccolo ambiente di passaggio (studiolo di Giorgio di Challant) attiguo alla camera spiccano una credenza e un cassone dal fronte in stile gotico fiorito, che reimpiegano pannelli antichi in un riassemblaggio ottocentesco.

 



Torna su