Cappella

á

L'ambiente, sito nell'ala orientale del castello, Ŕ costituito da cinque campate; il presbiterio Ŕ delimitato da una cancellata lignea.
Gli affreschi (i Dottori della Chiesa, gli Apostoli, i Profeti, la Morte della Vergine, figure di santi) e le ante del polittico sono attribuibili allo stesso maestro attivo nelle lunette del porticato, identificato come źmaţtre Colin╗.

L'altare a sportelli Ŕ quello originale dei primi del XVI secolo, recuperato da Avondo sul mercato antiquario, con storie dell'infanzia di Ges¨ (la NativitÓ nel gruppo scolpito al centro, l'Annunciazione sulle antine superiori, lo Sposalizio della Vergine, l'Adorazione dei Magi, la Circoncisione e la Strage degli innocenti sulle ante inferiori).

Gli stalli sono stati fatti eseguire da Avondo sul modello di quelli originali, pervenuti nella seconda metÓ dell'800 al Museo Civico di Torino insieme con altri arredi della cappella.

á

 



Torna su