Sale 4 e 5 Necropoli e riti funerari

Dalle necropoli provengono numerosissime informazioni sui rituali ma anche sulla vita quotidiana, in quanto i corredi rinvenuti nelle tombe rispecchiano fedelmente gli oggetti comunemente utilizzati nel “mondo dei vivi”.
Sono infatti di varia natura le suppellettili, provenienti dagli scavi e dalla raccolta del canonico Pierre-Louis Vescoz (1840-1925) della Société de la Flore Valdôtaine, che vengono presentate nelle vetrine della sezione: un abaco, alcuni strumenti per la scrittura, statuette, lucerne, oggetti di uso quotidiano in ceramica e vetro.

Si prosegue poi nello spazio dedicato ai riti funerari che ospita l'urna e le parti in osso, rinvenute nella necropoli di Saint-Roch ad Aosta, di un letto utilizzato per un’incinerazione e ricostruito per il museo dagli alunni di una scuola professionale; nella stessa sala è esposto un sarcofago mutilo venuto alla luce nel 1728 durante gli scavi presso la chiesa di Saint-Etienne ad Aosta.

 



Torna su