Scheda Esposizione

 Scheda dell'esposizione  Catalogo  Sede espositiva

Sur Les Sentiers Du Val D'Aoste
Fernando Bibollet

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
8 Novembre 2009 - 14 Febbraio 2010
Orario: martedì - domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, lunedì chiuso
Ingresso gratuito

Cascata

Cascata

Centrale elettrica

Centrale elettrica

Le Petit monde (Torgnon)

Le Petit monde (Torgnon)

Un volto e una falce

Un volto e una falce

Val Veny

Val Veny

 
L’Assessore all’Istruzione e Cultura, Laurent Viérin, ha inaugurato venerdì 6 novembre, alle ore 18.00, presso la sala espositiva Hôtel des Etats ad Aosta, l’esposizione del pittore piemontese Fernando Bibollet.
La mostra, curata da Bruno Orlandoni, presenta al pubblico una ricca selezione di opere, molte delle quali relative alla Valle d’Aosta, realizzate prevalentemente con la tecnica dell’acquarello e del pastello. Con l’acquarello Bibollet si muove in una dimensione da atelier, meditativa e analitica, mentre con il pastello pratica una vera e propria pittura en plein air, lasciandosi trasportare dalla suggestione dei luoghi e dalle atmosfere dell’ambiente. Sotto il profilo pittorico Bibollet riunisce la tradizione del paesaggismo piemontese, che ebbe nel suo maestro Luigi Calderoni uno dei principali esponenti, e una vena informale, che lo avvicina all’astrazione.
Fernando Bibollet ha trascorso l’infanzia tra il Piemonte e la Valle d’Aosta, dove con la madre e la sorella si rifugiava durante la guerra, a Promiod, sopra Châtillon. Con la Valle l’artista ha intrecciato un rapporto di frequentazione durante tutta la sua esistenza. Luogo di vacanza e di riposo già dei genitori e, agli inizi del Novecento, dei nonni paterni savoiardi, la nostra regione è stata per lui terra di amicizie durature e fonte di ispirazione.
“Le opere in mostra – sottolinea l’Assessore Laurent Viérin – suggellano il legame dell’autore con la Valle d’Aosta: il richiamo ai luoghi è forte e autentico. Così incontriamo le rocce, le montagne, i laghi e i sentieri, scopriamo una mulattiera, le acque di un torrente, osserviamo il profilo di un campanile che si staglia all’orizzonte. Ogni opera pittorica diventa un omaggio sincero alla nostra regione, raccontata attraverso dipinti di notevole qualità tecnica. Il visitatore si può così spingere Sur les sentiers du Val d’Aoste e ripercorrere le orme di questo maestro, che non mancherà di incuriosire e affascinare il pubblico.”
Autentico “pittore di montagna” Bibollet interpreta la morfologia del paesaggio, mettendone in luce la struttura più profonda, senza rinunciare all’osservazione e alla resa delle superfici. Egli è prima di tutto un pittore dell’anima, che propone una visione della natura alpina in cui la drammaticità delle vette e il silenzio meditativo del verde di fondovalle dialogano nella costruzione di una dimensione poetica armonica.
L’esposizione, che rimarrà aperta fino al 14 febbraio 2010, sarà accompagnata da un catalogo bilingue, in vendita al prezzo di Euro 26,00.


Per ulteriori informazioni:
Assessorato Istruzione e Cultura
Servizio attività espositive: tel. 0165.274401, e-mail u-mostre@regione.vda.it
Direzione promozione beni e attività culturali: tel. 0165.273457, e-mail s.vagneur@regione.vda.it
Sala espositiva Hôtel des Etats: tel. 0165.300552
Internet: www.regione.vda.it



Torna su