Archivio mostre e esposizioni

    
La ricerca verrà effettuata sul nome dell'artista sul titolo della mostra e sulla descrizione della mostra

Catalogo
A modo mio. NESPOLO tra arte cinema e teatro
L’Assessorato dell’Istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 20 ottobre 2017, alle ore 18, sarà inaugurata al Centro Saint-Bénin di Aosta la mostra “A modo mio. Nespolo tra arte, cinema e teatro”, dedicata all’esperienza interdisciplinare dell’artista piemontese. L’esposizione, organizzata dall’Assessorato, è curata dal critico Alberto Fiz in collaborazione con il filosofo Maurizio Ferraris. Sono oltre 80 le opere esposte tra dipinti, disegni, maquettes per il teatro, sculture, ex libris, tappeti, fotografie e manifesti realizzati dal 1967 sino a oggi in un percorso spettacolare e coinvolgente, ideato per gli spazi dell’ex chiesa sconsacrata. Compare persino una canoa di otto metri interamente decorata. Dall’arte al cinema, dai cartoon televisivi alla logica matematica sino al teatro, le opere, disposte in base a tracciati tematici, creano una costellazione all’interno del Centro Saint-Bénin da cui emerge la versatilità di uno dei più originali e trasgressivi interpreti della scena contemporanea italiana, che ha ripercorso stili e stilemi “a modo suo”, senza mai lasciarsi imbrigliare dalle convenzioni. “Sono particolarmente lieta di presentare al pubblico – commenta l’Assessore Emily Rini – questa proposta espositiva di qualità, che ha come protagonista Ugo Nespolo. Sono certa che il pubblico saprà apprezzare questa mostra che unisce pittura, scultura, design e teatro, in un percorso affascinante e inatteso. L’Assessorato regionale conferma così il suo impegno nel promuovere la cultura e l’arte”.
In occasione dell'inaugurazione della mostra verrà esposta all'esterno dell sede espositiva la Porsche Moncenisio decorata da Ugo Nespolo.
Il catalogo della mostra, in italiano e francese, con la pubblicazione di tutte le opere esposte, è edito da Magonza e posto in vendita al costo di 26 euro. Insieme ai saggi di Maurizio Ferraris, Alberto Fiz, Daria Jorioz e a un’intervista di Nespolo con Pietro Bellasi, contiene una serie di saggi scritti dall’artista e testimonianze, tra gli altri, di Enrico Baj, Renato Barilli, Gillo Dorfles, Danilo Eccher, Pierre Restany, Gianni Rondolino, Francesco Poli e Tommaso Trini. Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; 4 euro per i soci del Touring Club Italiano e 3 euro Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.275937, e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Sede espositiva Centro Saint-Bénin tel. 0165.272687

Centro Saint-Bénin - Aosta
20 Ottobre 2017 - 8 Aprile 2018

Pan de bouque
L'Assessorato dell’Istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che venerdì 13 ottobre 2017, alle ore 18, nella sede espositiva Hôtel des États di Aosta, sarà inaugurata la mostra “Pan de bouque”. L’esposizione, nata dalla collaborazione tra il Bureau régional ethnologie et linguistique e la Struttura Attività espositive, si inserisce nell’ambito della “Festa de Lo Pan Ner”, organizzata dall’Assessorato regionale in collaborazione con le comunità locali. Oltre 50 comuni della Valle d’Aosta inforneranno il tradizionale pane nero per la cottura, preparato dalle famiglie e cotto nei forni frazionali. Inoltre in tutto il territorio si svolgeranno numerose iniziative legate a questa tradizione. La mostra “Pan de bouque”, curata da Daria Jorioz, presenta una selezione di opere di scultori locali che interpretano il tema della panificazione di tradizione in Valle d’Aosta. Gianfranco Anzola, Lea Bérard, Silvano Ferretti, Marco Joly, Ladislao Mastella, Giorgio Perin Riz, Dorino Ouvrier e Bobo Pernettaz, ciascuno con la propria cifra espressiva, narrano il nostro universo contadino con efficacia e autenticità. Un dipinto di Giuseppe Tecco anticipa l’esposizione in programma per il prossimo anno, in cui saranno pittori, disegnatori e grafici a illustrare “Lo Pan ner”. L’esposizione, con ingresso gratuito, resterà aperta sino a domenica 19 novembre 2017, con il seguente orario: da martedì a domenica: 10-13 / 14-18, chiuso il lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.275937 e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Sede espositiva Hôtel des États tel.: 0165.300552 BREL (Bureau régional ethnologie et linguistique) tel.: 0165.43386-363540 0932 em

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
13 Ottobre 2017 - 19 Novembre 2017

Catalogo
TRACES. Beni culturali in Valle d’Aosta. Fotografie di Pier Francesco Grizi e di Fabio Dibello
L’Assessorato dell’Istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che venerdì 6 ottobre 2017, alle ore 18, sarà inaugurata, presso il Museo Archeologico Regionale di Aosta, la mostra fotografica TRACES. Beni culturali in Valle d’Aosta dalla documentazione alla valorizzazione. Le fotografie esposte sono di Pier Francesco Grizi. La mostra presenta anche una sezione sulla cinta muraria romana di Aosta con fotografie di Fabio Dibello. L’esposizione, a cura di Daria Jorioz, propone una riflessione sul tema dei beni culturali e architettonici in Valle d’Aosta. Il progetto fotografico parte dalla città di Aosta per ampliarsi seguendo le tracce di un patrimonio culturale straordinario disseminato sull’intero territorio regionale. Trenta immagini inedite di Pier Francesco Grizi, realizzate con la tecnologia HDR e stampate in grande formato, compongono un percorso espositivo di forte impatto visivo ed emozionale. Scattate in giornate di tempo meteorologicamente avverso, per ottenere una luce più morbida e diffusa, prive sovente della presenza umana, le fotografie in mostra si discostano dall’intento puramente documentario e si collocano piuttosto nell’ambito della valorizzazione, proponendo al pubblico visioni inusuali e alternative, in un percorso autoriale che evidenzia le relazioni tra le costruzioni umane e l’ambiente circostante. Dal Teatro romano di Aosta al Pont-d’Aël, dal castello di Cly a quello di Verrès, il visitatore sarà invitato a riscoprire il patrimonio culturale valdostano. La rassegna presenta inoltre 16 immagini del fotografo Fabio Dibello che mettono in rapporto la cinta muraria romana di Aosta al tessuto urbano attuale. Un viaggio personale dell’autore che fa riflettere sul tema della città, non solo dal punto di vista storico e architettonico, ma anche antropologico, sociologico e culturale. La mostra Traces. Beni culturali in Valle d’Aosta è stata realizzata dalla Struttura Attività espositive in collaborazione con la Struttura Patrimonio archeologico della Soprintendenza regionale per i beni e le attività culturali. La Delegazione di Aosta del FAI è partner istituzionale dell’iniziativa. L’esposizione è corredata da un catalogo riccamente illustrato, con testi di Alessandra Armirotti, Roberto Domaine, Maria Cristina Fazari, Daria Jorioz, Gabriele Sartorio. Il volume, edito da Musumeci Editore, è acquistabile al prezzo di 15 euro. L’esposizione resterà aperta sino a domenica 7 gennaio 2018, da martedì a domenica: 10-13 / 14-18, chiuso il lunedì, ingresso gratuito. Per informazioni Regione autonoma Valle d’Aosta Assessorato Istruzione e Cultura Attività espositive: tel. 0165.275937 e-mail: u-mostre@regione.vda.it Museo Archeologico Regionale: tel. 0165.275902 u-mostre@regione.vda.it www.regione.vda.it

Museo Archeologico Regionale - Aosta
6 Ottobre 2017 - 7 Gennaio 2018

Catalogo
Marco Jaccond Carte di identità. Ricapitolazione
L'Assessorato Istruzione e Cultura comunica che, venerdì 28 luglio 2017, alle ore 18, presso il Castello Gamba di Châtillon, sarà inaugurata la mostra personale dell’artista valdostano Marco Jaccond Carte di identità. Ricapitolazione. Il progetto espositivo si propone come una rassegna di opere su carta realizzate in due diversi periodi di ricerca legati tra loro da un’ideale “ricapitolazione”. Si tratta di narrazioni minime che possono aprirsi (svelarsi) o richiudersi (celarsi) in un gioco di limiti fissati dal bianco fogliame di un album memoriale e identitario. L’esposizione illustra la ricerca espressiva di uno degli artisti valdostani più interessanti, presente nel percorso permanente del Castello Gamba con l’opera Finzioni del 1990. Marco Jaccond inizia la sua ricerca artistica, improntata alla rilettura del linguaggio delle avanguardie storiche, nel 1976. Più avanti mette a punto un codice espressivo dove domina un gusto calligrafico valorizzato dai supporti cartacei utilizzati. Dagli anni Novanta l’artista realizza una serie di cicli pittorici fortemente connessi agli influssi letterari. L’artista presenta oggi una mostra personale di grande fascino, che dall’ingresso del Castello Gamba di Châtillon si sviluppa fino ai suggestivi spazi espositivi dell’altana. L'esposizione, accompagnata da un catalogo edito dalla Tipografia Duc, posto in vendita al prezzo di 5,00 euro e contenente un testo critico del filosofo Maurizio Ferraris, resterà aperta fino al 5 novembre 2017 con i seguenti orari: luglio – settembre dalle ore 13 alle ore 19; ottobre – novembre dalle ore 13 alle ore 19 (dal giovedì alla domenica - chiuso dal lunedì al mercoledì) Ingresso alla Pinacoteca e alla mostra intero € 5,00 ridotto € 3,00 ridotto 6-18 anni € 2,00 Per informazioni: Castello Gamba, località Crêt-de-Breil, 11024 Châtillon info.castellogamba@regione.vda.it tel. 0166 563252 www.castellogamba.vda.it

Castello Gamba. Arte moderna e contemporanea Valle d'Aosta - Châtillon
28 Luglio 2017 - 5 Novembre 2017

Catalogo
Marina Torchio. Primitivo femmineo
L'Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 26 maggio, alle ore 18, presso gli spazi espositivi dell’Area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans, in via Saint-Martin-de-Corléans, 258 ad Aosta, sarà inaugurata la mostra Marina Torchio. Primitivo femmineo. La mostra è stata ideata dalla scultrice valdostana Marina Torchio espressamente per essere inserita negli spazi espositivi del Parco archeologico di Saint-Martin-de-Corléans, recentemente aperto al pubblico nella sua nuova veste museale. L’esposizione, curata da Daria Jorioz, è stata realizzata dalla Soprintendenza per i beni e le attività culturali dell’Assessorato Istruzione e Cultura grazie alla sinergia tra le Strutture Attività espositive e Patrimonio archeologico. Le opere di Marina Torchio, Stalagmiti, simboli del tempo infinito senza inizio e senza fine, Donne-Veneri che racchiudono al loro interno la sacralità dell’essere, Recipienti, Totem, tutte realizzate in grès su supporti in ferro, vogliono rappresentare il dialogo tra il tempo nella sua indefinitezza e il sacro nella sua dimensione individuale. Marina Torchio è nata e lavora ad Aosta. Ha iniziato la sua attività nello studio dello scultore Renzo Igne a Castellamonte. Dal 1985, tornata nella sua città natale, ha iniziato ad esporre le sue opere sia in Italia sia all’estero. Nel 2012 la sua scultura Drappeggio n.1, già collocata al Museo Archeologico Regionale di Aosta, è stata inserita nell’esposizione permanente del Castello Gamba di Châtillon. Tra le sue personali ricordiamo l’esposizione I Dodici, a cura di Sandra Barberi e Paolo Papone, presentata dall’Assessorato regionale dell’istruzione e cultura alla Chiesa di San Lorenzo di Aosta nel 2013. Nell’ambito dell’iniziativa Jolis coins, museo a cielo aperto, una sua installazione comprendente quattro sculture realizzate per la mostra Caduta di un impero, è esposta in esterno presso la Porta Pretoria ad Aosta. La mostra Marina Torchio. Primitivo femmineo, è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, edito dalla Tipografia Valdostana, contenente i testi critici di Anna Ugliano, Daria Jorioz e Gianfranco Zidda, posto in vendita al prezzo di 10 euro. La visita all’esposizione è compresa nel costo del biglietto d’entrata all’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans che è il seguente: 7 euro intero, 5 euro ridotto; 2 euro per i minori dai 6 ai 18 anni. La mostra sarà aperta sino al 4 febbraio 2018, con i seguenti orari: da maggio a settembre 2017 dalle 9 alle 19, tutti i giorni; da ottobre 2017 a febbraio 2018: martedì - domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, chiuso lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.275937, e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans tel.: 0165.552620

Area archeologica di Saint-Martin-de-Corléans - Aosta
26 Maggio 2017 - 4 Febbraio 2018

Catalogo
Miriam Colognesi. Autoritratti al Museo
L'Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 12 maggio, alle ore 18, presso la sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata la mostra Miriam Colognesi. Autoritratti al Museo. L’esposizione, a cura di Daria Jorioz, documenta la relazione tra le opere d’arte e il pubblico e consente una riflessione sul tema del ritratto e dell’autoritratto nell’arte contemporanea. In mostra è presentata una selezione di 30 fotografie che Miriam Colognesi ha realizzato durante alcuni workshop fotografici all’interno di importanti spazi museali: il Museo Archeologico Regionale di Aosta, nel corso della mostra dedicata a Enrico Baj, la Pinacoteca del Castello Gamba di Châtillon, la Galleria Sabauda, la GAM e il Museo dell’Automobile di Torino, il Castello di Rivoli. La ricerca della Colognesi sembra trarre spunto dalla celebre frase di Marcel Duchamp che sosteneva che “chi guarda fa il quadro” e il dialogo tra la fotografia e l’arte è il tema centrale di questa rassegna, che è anche un invito a tutti a guardare con occhi diversi le opere d’arte. Miriam Colognesi nasce a Torino dove consegue il diploma di laurea in Pittura presso l’Accademia Albertina di Belle Arti. Nel 2000 si trasferisce in Valle d’Aosta dove si dedica alla ricerca artistica incentrata in particolare sulle possibilità offerte dal mezzo fotografico, orientando il suo lavoro verso l’autoritratto. Ha esposto in diversi spazi pubblici e privati in Italia e all’estero. Alcuni sue opere si trovano al Museo dell’autoritratto fotografico di Senigallia. Da anni collabora con la Galerie YellowFishArt di Montréal, in Québec. La mostra Miriam Colognesi. Autoritratti al Museo, è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, edito dalla Tipografia Duc, in vendita al prezzo di 10 euro. L’esposizione, con ingresso gratuito, resterà aperta sino al 24 settembre 2017, con orario 10-13 e 14-18, da martedì a domenica, chiuso il lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.275937, e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Sede espositiva Hôtel des États tel.: 0165.300552

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
12 Maggio 2017 - 24 Settembre 2017

Catalogo
La montagna fotografata, la montagna scolpita. Gianni Masi e Dorino Ouvrier
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che venerdì 5 maggio 2017, alle ore 18, sarà inaugurata, presso la Chiesa di San Lorenzo di Aosta, la mostra La montagna fotografata, la montagna scolpita. Gianni Masi e Dorino Ouvrier. La rassegna è la prima di una serie che metterà a confronto le opere di un fotografo e di uno scultore che dialogheranno all’interno del suggestivo spazio espositivo della Chiesa di San Lorenzo. L’esposizione, a cura di Daria Jorioz, è dedicata al tema della montagna e si compone di 40 fotografie di Gianni Masi, in bianco e nero e a colori, realizzate in cinquant’anni di attività, e di oltre 30 sculture di Dorino Ouvrier, datate dal 1982 al 2016. Il paesaggio montano e i personaggi del mondo contadino vengono interpretati dai due artisti ciascuno con la propria cifra artistica, ma il denominatore comune che traspare dalle loro opere è il legame autentico con la Valle d’Aosta. Gianni Masi, nato a Torino nel 1936, vive in Valle d’Aosta dal 1962 e proprio nella nostra regione si è avvicinato alla fotografia ritraendo le persone che incontrava durante le escursioni in montagna e fotografando gli splendidi paesaggi valdostani. Nel 1968 ha vinto il primo premio al primo concorso fotografico in bianco e nero dal titolo In Valle d’Aosta, indetto dall’Azienda di Soggiorno di Aosta. Oltre all’attività fotografica, ha realizzato e presentato in vari comuni della regione alcuni video e in particolare, nel 2015, due suggestivi video sulla Valle d’Aosta e sulla Fiera di Sant’Orso che ha proiettato alla Biblioteca regionale di Aosta. Dorino Ouvrier è nato a Cogne nel 1948. Scultore di grande qualità espressiva realizza le sue sculture prevalentemente in legno ma si è cimentato con ottimi risultati anche con la fusione in bronzo e in acciaio. Artista molto conosciuto e apprezzato in Valle d’Aosta, ma anche fuori Valle, ha partecipato per diversi anni alla Fiera di Sant’Orso di Aosta dove ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti e ha esposto le sue opere in Italia e all’estero. La sua scultura monumentale I fisarmonicisti è collocata nella centralissima piazzetta della Porta Pretoria di Aosta e un suo pannello è esposto nella collezione permanente del Museo della Montagna Duca degli Abruzzi di Torino. Nel 1983 ha donato una sua scultura in acciaio La Liberazione al Presidente Sandro Pertini in occasione della sua visita in Valle d’Aosta e nel 1986 ha donato a papa Giovanni Paolo II un ciborio in legno scolpito. Ha aperto un atelier a Cogne dove oltre ad esporre le sue opere organizza mostre temporanee di altri artisti. L’esposizione La montagna fotografata, la montagna scolpita. Gianni Masi e Dorino Ouvrier, è corredata da un catalogo edito dalla Tipografia Valdostana, che contiene i testi di Daria Jorioz ed Enrico Martinet, in vendita in mostra al prezzo di 10 euro. La mostra, con ingresso gratuito, resterà aperta fino al 10 settembre 2017, con il seguente orario: da martedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, chiuso il lunedì. Per informazioni: Assessorato Istruzione e Cultura Attività espositive: tel. 0165.275937 e-mail: u-mostre@regione.vda.it Chiesa di San Lorenzo: tel. 0165.238127 www.regione.vda.it

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
5 Maggio 2017 - 10 Settembre 2017

Catalogi
Edward Burtynsky. L’uomo e la terra
L’Assessorato istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 28 aprile 2017, alle ore 18, al Centro Saint-Bénin di Aosta, verrà inaugurata la mostra Edward Burtynsky. L’uomo e la terra. Burtynsky è un fotografo canadese di fama internazionale, le cui opere sono custodite nei maggiori musei quali la National Gallery of Canada, la Bibliothèque Nationale de France di Parigi, il Museum of Modern Art e il Guggenheim Museum di New York. Il celebre fotografo ha il dono raro di esplicitare la relazione delicatissima e fondamentale tra l’uomo e la terra componendo immagini di straordinaria qualità estetica. Discostandosi da un atteggiamento apertamente militante, le sue fotografie non vogliono proporre tesi precostituite, ma piuttosto suggerire un’osservazione nuova, che ci induca a considerare quanto la relazione uomo-ambiente sia fortemente ambivalente. La mostra al Centro Saint-Bénin di Aosta, a cura di Enrica Viganò e Daria Jorioz, presenta 30 fotografie a colori, di grande formato, che rappresentano immensi scenari dal mondo (Stati Uniti, Bangadesh, Italia, Cina, Australia, Portogallo) fotografati con una tecnica raffinata che conferisce alle immagini un’eccezionale forza pittorica. Burtynsky è nato nel 1955 a St. Catharines, Ontario. Ha studiato al Ryerson Polytechnic University, dove si è diplomato in arti grafiche, e al Niagara College, dove ha ottenuto una laurea in arti grafiche. Sue opere sono esposte in mostre personali e collettive in tutto il Canada e negli Stati Uniti, l’Europa e l’Asia. In qualità di docente di arte fotografica, ha tenuto lezioni e conferenze presso la National Gallery of Canada, la Library of Congress di Washington DC, la George Eastman House di Rochester, il Centre Canadien d’Architecture di Montréal, l’Art Gallery of Ontario, la TED, Idea City e la Ryerson University. Le sue fotografie appaiono ogni anno in numerosi periodici, tra cui “Canadian Art”, “Art in America”, “The Smithsonian Magazine”, “Harper’s Magazine”, “Flash Art”, “Blind Spot”, “Art Forum”, “Saturday Night”, “National Geographic” e il “New York Times”. I riconoscimenti tributati a Edward Burtynsky includono il premio TED, il premio Outreach ai Rencontres d’Arles, il premio Roloff Beny Book e il premio Rogers Best Canadian Film. È membro del consiglio di amministrazione di CONTACT, il festival internazionale della fotografia di Toronto, e della galleria del Ryerson Image Centre. Nel 2006 è stato insignito del titolo di Ufficiale dell’Ordine del Canada e detiene sei dottorati honoris causa. L’esposizione è corredata da un volume bilingue, italiano-francese, riccamente illustrato, edito da Admira Edizioni, che potrà essere acquistato in mostra al prezzo speciale di 26 euro. Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; 4 euro per i soci del Touring Club Italiano e 3 euro Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Sarà inoltre possibile acquistare un abbonamento con la mostra Giovanni Segantini e i pittori della montagna in corso fino al 24 settembre 2017 al Museo Archeologico Regionale di Aosta al costo di 10 euro intero e 6 euro ridotto.

link per video su yotube:
https://www.youtube.com/watch?v=LuuE5FKXz2M

Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta Assessorato istruzione e cultura, Attività espositive: tel. 0165.275937 u-mostre@regione.vda.it Centro Saint-Bénin: tel. 0165.272687 www.regione.vda.it

Centro Saint-Bénin - Aosta
28 Aprile 2017 - 1 Ottobre 2017

Giovanni Segantini e i pittori della montagna
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che venerdì 7 aprile 2017, alle ore 18, sarà inaugurata, presso il Museo Archeologico Regionale di Aosta, la mostra Giovanni Segantini e i pittori della montagna. L’esposizione, a cura di Filippo Timo e Daniela Magnetti, propone un selezionato percorso che ha come fulcro l’esperienza pittorica di Giovanni Segantini, tra i massimi esponenti del divisionismo italiano, che ha eletto la montagna a proprio soggetto principe, interpretandola in modo personale e innovativo, sia in termini di stile sia di poetica. La selezione di opere proposte in mostra individua e suggerisce uno dei molti possibili percorsi attraverso la pittura di montagna a cavallo tra il XIX e il XX secolo, limitando la propria attenzione ai soli artisti italiani e concentrandosi geograficamente sui lavori dell’arco alpino. Accanto alle opere di Giovanni Segantini, scelte attingendo a uno specifico momento dell’esperienza artistica del pittore, ovvero agli anni giovanili trascorsi in Brianza, compaiono più di cinquanta artisti, a partire da Vittore Grubicy, Emilio Longoni, Baldassarre Longoni, Carlo Fornara, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Lorenzo Delleani, Cesare Maggi, Leonardo Roda, Italo Mus, sino a Fortunato Depero. Accanto alle opere di questi maestri trovano posto i dipinti di almeno tre generazioni di altri artisti che, pur non avendo incontrato tutti la grande notorietà, hanno saputo instaurare un dialogo con i capofila, divenendo anch’essi partecipi di una pagina importante della storia dell'arte italiana. All’interno del grande orizzonte tematico della pittura di montagna, le opere sono state organizzate in sette sezioni, oltre a quella dedicata a Segantini che vede esposto lo splendido olio su tela La raccolta dei bozzoli (1882-1883), così scandite: le vedute estive, le scene di vita campestre e contadina, i paesaggi antropizzati, i ricordi alpini, i laghi, i tramonti e i notturni, le vedute dei grandi paesaggi innevati. A queste si aggiunge una sezione dedicata a Italo Mus, il pittore valdostano più noto e ammirato del XX secolo, di cui ricorre nel 2017 il cinquantesimo anniversario della scomparsa. La mostra Giovanni Segantini e i pittori di montagna è corredata da un catalogo riccamente illustrato, con testi di Annie-Paule Quinsac, Filippo Timo, Daria Jorioz, Daniela Magnetti, Marco Albino Ferrari, Maurizio Scudiero, Luca Minella, Beatrice Buscaroli. Il volume, edito da Skira, è acquistabile in mostra al prezzo di 36 euro. L’esposizione resterà aperta sino a domenica 24 settembre 2017, dalle 9 alle 19, tutti i giorni. Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; 4 euro per i soci del Touring Club Italiano e 3 euro Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Sarà possibile acquistare un abbonamento con la mostra Edward Burtynsky. L’uomo e la terra, aperta dal 29 aprile al 1° ottobre 2017 al Centro Saint-Bénin di Aosta, al costo di 10 euro intero e 6 euro ridotto.

Link video YouTube: https://youtu.be/xIKYfRbjBFg

Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta Assessorato Istruzione e Cultura Attività espositive: tel. 0165.275937 e-mail: u-mostre@regione.vda.it Museo Archeologico Regionale: tel. 0165.275902 u-mostre@regione.vda.it www.regione.vda.it

Museo Archeologico Regionale - Aosta
7 Aprile 2017 - 24 Settembre 2017

Architetti dell’Arco Alpino
Regione autonoma Valle d’Aosta Assessorato Istruzione e Cultura Ufficio Stampa Bureau de presse COMUNICATO STAMPA Convegno e mostra Architetti dell’Arco Alpino Aosta, Sede espositiva Hôtel des États Piazza Chanoux, 8 18 marzo – 25 aprile 2017 Orario: martedì-domenica 10-13 /14-18 Chiuso lunedì Ingresso libero L'Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 17 marzo 2017, dalle 14.30 alle 18.30, avrà luogo presso la Sala Maria Ida Viglino del Palazzo Regionale, un Convegno organizzato dall’Ordine degli Architetti della Valle d’Aosta in collaborazione con la Regione autonoma Valle d’Aosta, dal titolo Dialoghi d’architettura alpina, alla presenza di figure rilevanti nell’ambito architettonico nazionale. Introdurrà l’incontro Marco Mulazzani. Interverranno: Francesca Chiorino sul tema Vivere le Alpi. Materiali per una ricerca; Werner Tscholl (Premio Architetto italiano 2016) sul tema Costruire nelle Alpi. Alle 17.30 Sergio Togni presenterà la Rassegna 2016 e alle 18 ci sarà un collegamento via streaming con l’Ordine degli Architetti di Trento per la proclamazione del vincitore della rassegna, che avverrà in contemporanea per tutti gli Ordini aderenti. Alle ore 19, presso la sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata la mostra Architetti dell’Arco Alpino, in cui verranno esposti 26 progetti selezionati dalla giuria per la rassegna AAA 2016 e 15 progetti in ambito valdostano, come opere più rappresentative delle diverse categorie, delle tipologie di intervento e delle aree geografiche dell’Arco Alpino. L’associazione Architetti Arco Alpino, fondata il 20 maggio 2016 dagli Ordini degli Architetti della Regione Autonoma della Valle d'Aosta, Provincia di Belluno, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia di Cuneo, Province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola, Provincia di Sondrio, Provincia di Torino, Provincia autonoma di Trento e Provincia di Udine, nasce con lo scopo di creare sinergie tra i partecipanti e di coordinare le iniziative legate alle tematiche culturali e professionali con rilevante caratterizzazione alpina, con la consapevolezza che le affinità delle caratteristiche geografiche delle Alpi hanno sempre determinato e determinano tutt’oggi problemi ed esigenze simili. La mostra Architetti dell’Arco Alpino, con ingresso gratuito, resterà aperta sino al 25 aprile 2017, con orario 10-13 e 14-18, da martedì a domenica, chiuso il lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.275937, e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Sede espositiva Hôtel des États tel.: 0165.300552

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
17 Marzo 2017 - 25 Aprile 2017

Rocco Schiavone. Fotografie di scena di Daniele Mantione
Giovedì 9 febbraio, alle ore 17,30, presso la sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, è stata inaugurata la mostra Rocco Schiavone. Fotografie di scena di Daniele Mantione. L’esposizione propone una selezione di fotografie di scena della fiction Rocco Schiavone, fortunata serie televisiva coprodotta da Cross Productions e Rai Fiction in collaborazione con Beta Film. Diretta da Michele Soavi e con protagonista l’attore Marco Giallini, la serie televisiva è andata in onda su Rai 2 nell’autunno del 2016, ottenendo successo di pubblico e vincendo tre premi al Roma Fiction Fest 2016. Rocco Schiavone è il protagonista dei romanzi polizieschi di Antonio Manzini, pubblicati da Sellerio. Schiavone, vicequestore della polizia di Stato, romano doc, viene trasferito ad Aosta per motivi disciplinari. Personaggio ruvido e sopra le righe, è un uomo dal passato oscuro. Ma dietro l’immagine dura che si è costruito si nasconde un evento doloroso: la scomparsa della moglie Marina, avvenuta 7 anni prima in circostanze tragiche. Marina continua a vivere nella fantasia di Rocco, che la vede viva e più bella che mai accanto a sé tutte le sere quando torna a casa. La presenza della donna rende a Rocco sopportabile la vita ad Aosta e sottolinea la nostalgia per Roma e gli amici di sempre. Nella sua nuova vita tra le montagne Rocco passa attraverso omicidi mascherati, finti suicidi, cadaveri non identificati, rapimenti e assassini che tornato dal passato a reclamare vendetta. Casi intricati e avvincenti che, dopo la prima ingannevole impressione, si riveleranno quasi sempre omicidi da risolvere. Le fotografie di scena presentate in mostra sono state realizzate da Daniele Mantione. Nato ad Aosta nel 1976, Mantione è membro fondatore di A.P.A. VdA, Associazione dei Professionisti dell’Audiovisivo della Valle d’Aosta; esordisce sugli schermi della sede regionale Rai come autore dei documentari Sostenibilmente, Vita da Cani e Jours d’Hiver. Si occupa di fotografia e audiovisivo. La mostra Rocco Schiavone, con ingresso gratuito, resterà aperta sino al 12 marzo 2017, con orario 10-13 e 14-18, da martedì a domenica, chiuso il lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.275937, e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Sede espositiva Hôtel des États tel.: 0165.300552

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
10 Febbraio 2017 - 12 Marzo 2017

Da Châtillon al Cervino nelle cartoline d’epoca, 1881-1929
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, in collaborazione con la CVA e l’Assessorato alla cultura del Comune di Valtournenche, informa che venerdì 27 gennaio 2017, alle ore 17, sarà inaugurata, presso la Chiesa di San Lorenzo di Aosta, la mostra Da Châtillon al Cervino nelle cartoline d’epoca, 1881-1929. L’esposizione propone una serie di pannelli che riproducono oltre 200 cartoline di fine Ottocento e inizio Novecento, della collezione di Mauro Maquignaz, che documentano il percorso dei viaggiatori, degli alpinisti e delle guide che dalla stazione ferroviaria di Châtillon, raggiunta dal primo treno nel 1886, risalivano la vallata della Valtournenche, per giungere alla conca del Breuil e ai piedi del Cervino. La mostra trae ispirazione dal testo La Vallée de Valtournenche en 1867 del canonico Georges Carrel (Châtillon 21/11/1800 - Aosta 23/05/1870), sacerdote, naturalista, uomo di cultura che attraverso il suo libro, considerato la prima guida turistica della Valtournenche, fornisce informazioni geologiche, naturalistiche e geografiche ai viaggiatori, in un periodo nel quale le strade erano mulattiere e i mezzi di trasporto erano carrozze trainate da cavalli o muli. È importante sottolineare l’interesse che suscita questa esposizione – commenta l’Assessore Emily Rini – proponendo al pubblico una ricca e originale sequenza di immagini di Châtillon, della Valtournenche e della sua montagna simbolo, il Cervino, che richiama numerosi alpinisti e turisti da tutto il mondo. Voglio ringraziare, in particolare, l’Assessore Massimo Chatrian, con il quale abbiamo potuto realizzare la mostra lavorando in piena sinergia e ottenendo, ne sono certa, un risultato che sarà apprezzato da tutti i visitatori. L’esposizione Da Châtillon al Cervino nelle cartoline d’epoca, 1881-1929, con ingresso gratuito, resterà aperta fino al 26 febbraio 2017, con il seguente orario: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, chiuso il lunedì. Si informa che lunedì 30 gennaio 2017, in occasione della Millenaria Fiera di Sant’Orso, la mostra sarà aperta al pubblico. Per informazioni: Assessorato Istruzione e Cultura Attività espositive: tel. 0165.275937 E-mail: u-mostre@regione.vda.it Chiesa di San Lorenzo: tel. 0165.238127 www.regione.vda.it

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
27 Gennaio 2017 - 26 Febbraio 2017

Fragments de mémoire. Documents de l’époque d’Amédée VIII (1383-1451)
L'Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che sabato 3 dicembre, alle ore 17, nella sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata la mostra Fragments de mémoire. Documents de l’époque d’Amédée VIII (1383-1451). L’esposizione documentaria, frutto della collaborazione tra la Struttura Attività espositive e l’Archivio Storico Regionale, si colloca a conclusione delle celebrazioni del sesto centenario della nascita del ducato di Savoia, eretto nel corso di una solenne cerimonia pubblica, avvenuta il 19 febbraio 1416, dall’imperatore Sigismondo di Lussemburgo a favore del conte Amedeo VIII, che già si fregiava del titolo ducale di Aosta e Chiablese. In mostra verranno presentati al pubblico alcuni significativi documenti di un’epoca che rappresentò un momento di particolare prosperità economica e fioritura artistica degli Stati sabaudi. Verranno esposte in particolare carte e pergamene della casata dei signori di Challant, che furono i più autorevoli collaboratori di Casa Savoia e i principali rappresentanti di una stagione storica, definita a ragione l’âge d’or della Valle d’Aosta, che vide la costruzione o il rifacimento di alcuni dei più insigni monumenti civili e religiosi della nostra regione. Un apparato esplicativo bilingue francese-italiano accompagnerà il visitatore alla scoperta del XV secolo e dei suoi protagonisti in Valle d’Aosta. La mostra Fragments de mémoire. Documents de l’époque d’Amédée VIII (1383-1451), con ingresso gratuito, resterà aperta sino a domenica 5 febbraio 2017, dal martedì alla domenica, ore 10-13 e 14-18, chiuso il lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel. 0165.275937 Sede espositiva Hôtel des États tel. 0165.300552 Internet: www.regione.vda.it

Hôtel des États - Aosta
3 Dicembre 2016 - 5 Febbraio 2017

Catalogo
Cattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella, Himalaya 1909
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 4 novembre 2016, alle ore 18, presso il Centro Saint-Bénin di Aosta, sarà inaugurata la mostra Cattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella, Himalaya 1909. L’esposizione, che vuole essere un omaggio a Vittorio Sella, tra i più grandi fotografi di montagna di tutti i tempi, ripercorre la straordinaria spedizione himalayana al seguito di Luigi Amedeo di Savoia, Duca degli Abruzzi. La mostra, curata da Daria Jorioz e Paolo Repetto, in collaborazione con la Fondazione Sella onlus di Biella, propone oltre 50 fotografie di Vittorio Sella di grande equilibrio formale e di rigorosa perfezione tecnica. Le immagini in mostra, risalenti al 1909, sono tutte vintage (stampate nell’anno stesso dello scatto) e appartengono ad un’ampia collezione privata. La mostra Cattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella. Himalaya 1909 è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, riccamente illustrato, curato da Daria Jorioz e Paolo Repetto, edito da Nuvole Rosse Edizioni, acquistabile in mostra al prezzo di 20 euro. L’esposizione resterà aperta sino a domenica 26 marzo 2017, dal martedì alla domenica, ore 10-13 e 14-18, chiuso il lunedì. Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; 3 euro per i soci del Touring Club Italiano e Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Sarà inoltre possibile acquistare un abbonamento con la mostra AlpiMagia. Riti, leggende e misteri dei popoli alpini di Stefano Torrione, visitabile fino al 19 febbraio 2017 al Museo Archeologico Regionale di Aosta, al costo di 10 euro intero e 6 euro ridotto. Nel corso della mostra sono previste attività didattiche per le scuole e visite guidate. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta Assessorato istruzione e cultura, Attività espositive: tel. 0165.275937 u-mostre@regione.vda.it Centro Saint-Bénin: tel. 0165.272687 www.regione.vda.it

Centro Saint-Bénin - Aosta
4 Novembre 2016 - 26 Marzo 2017

Catalogo
Stefano Torrione. ALPIMAGIA. Riti, leggende e misteri dei popoli alpini
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che venerdì 28 ottobre 2016, alle ore 18, sarà inaugurata, presso il Museo Archeologico Regionale di Aosta la mostra ALPIMAGIA. Riti, leggende e misteri dei popoli alpini di Stefano Torrione. La rassegna presenta 92 fotografie di grande formato che ci conducono nel mondo “magico” della cultura popolare alpina. Immagini di riti scanditi dall’antico calendario contadino che portano il visitatore, attraverso le sei sale tematiche della mostra, in un viaggio immaginario che percorre un intero anno solare sulle montagne. Dalle scampananti feste propiziatorie per scacciare l’inverno, alle gesta carnevalesche di uomini selvatici con sembianze di orsi, lupi e diavoli, dai roghi di mezza quaresima a quelli del solstizio d’estate, dalle notti di Halloween alle scorribande notturne dell’Avvento, fino ai riti natalizi e a quelli di fine anno, il visitatore è condotto alla scoperta di luoghi e località dai nomi poco conosciuti, tra gli abitanti delle Alpi, occitani, valdostani, ladini, sud tirolesi, friulani, cimbri e mocheni, dove “arde ancora il fuoco della tradizione”. La mostra ALPIMAGIA è corredata da un catalogo riccamente illustrato, edito dalla Tipografia Valdostana, curato da Daria Jorioz e Stefano Torrione, con testi di Paolo Cognetti, posto in vendita al prezzo di 20 euro. L’esposizione resterà aperta sino a domenica 19 febbraio 2017, dal martedì alla domenica, ore 10-13 e 14-18, chiuso il lunedì. Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; 3 euro per i soci del Touring Club Italiano e Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Sarà possibile acquistare un abbonamento con la mostra Cattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella, Himalaya 1909, aperta dal 5 novembre 2016 al 26 marzo 2017 al Centro Saint-Bénin di Aosta, al costo di 10 euro intero e 6 euro ridotto. Nel corso della mostra sono previste attività didattiche per le scuole e visite guidate.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
28 Ottobre 2016 - 19 Febbraio 2017

Catalogo
EVA e le altre. Patrizia Nuvolari
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che giovedì 22 settembre 2016, alle ore 18, sarà inaugurata, presso la Chiesa di San Lorenzo di Aosta, la mostra EVA e le altre di Patrizia Nuvolari, che riunisce venticinque opere in cui l’artista reinterpreta i miti classici femminili sia pagani sia cristiani, affrontando il tema della condizione della donna, ripreso dopo oltre vent’anni dalla mostra Realtà e Surrealtà. Nel corso dell’inaugurazione l’attrice Stefania Tagliaferri della Compagnia teatrale Palinodie, interpreterà un testo poetico di Giulia Gualandrini. Le opere presentate in mostra, di grandi dimensioni, sono eseguite con una tecnica che Patrizia Nuvolari stessa definisce “photo-pixura”, un intreccio inedito di pittura e fotografia, con l’ausilio di Photoshop. Giovani donne fotografate in bianco e nero sono inserite in coloratissimi fondali pittorici, molti dei quali presi in prestito dalla Storia dell’Arte.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
22 Settembre 2016 - 20 Novembre 2016

Catalogo
Enrico Baj. L’Invasione degli ultracorpi
Il Museo Archeologico Regionale di Aosta ospita fino al 9 ottobre 2016 l'esposizione Enrico Baj. L’Invasione degli ultracorpi. La mostra, dal taglio inedito, intende rendere omaggio al celebre artista ed intellettuale, figura di spicco nel dibattito artistico del Novecento. L’esposizione, a cura di Chiara Gatti, con la collaborazione di Roberta Cerini Baj e della Fondazione Marconi di Milano, presenta al pubblico una selezione di circa cinquanta tra le opere più significative di Enrico Baj: pitture, collage, meccani, oggetti tridimensionali tra cui la monumentale installazione Apocalisse, realizzata nel 1979 con teli e sagome in legno, arricchita negli anni successivi da nuovi elementi scenografici che ne mettono in luce l’aspetto teatrale. Il percorso espositivo è, inoltre, arricchito da materiale didattico e da contributi video-documentari. Il titolo Enrico Baj. L'Invasione degli ultracorpi cita la celebre pellicola diretta da Don Siegel nel 1956, tratta dal romanzo di fantascienza di Jack Finney e rimanda a un elemento costante nel pensiero di Baj: l’ultracorpo, una creatura antropoide capace di spaziare da un microcosmo cellulare a un macrocosmo extra-terrestre.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
10 Giugno 2016 - 9 Ottobre 2016

Jean-Claude Chincheré. Beirut e i rifugiati siriani in Libano
L'Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che mercoledì 1° giugno, alle ore 18, nella sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata la mostra fotografica Jean-Claude Chincheré. Beirut e i rifugiati siriani in Libano. L’esposizione, a cura di Daria Jorioz, propone una selezione di 35 scatti, a colori e in bianco e nero, che documentano il lavoro del giovane fotografo freelance valdostano, dedicato alla complessa realtà di Beirut e focalizzato sul contesto sociale dei rifugiati siriani in Libano, con particolare attenzione alla situazione dei bambini, i più indifesi nelle zone di conflitto. Come sottolinea la curatrice nel catalogo, in questo progetto d’esordio, Chincheré sembra aver assimilato con naturalezza alcuni nodi cruciali della cultura visiva del Novecento, facendo riferimento ai grandi maestri della fotografia, di cui ha assimilato i riferimenti iconici rielaborandoli in maniera personale. L’autore esordiente ha saputo guardare con umiltà, ma anche con un forte impulso ad apprendere e comprendere, alla lezione di autori quali Gabriele Basilico, Robert Frank e del libanese Fouad Elkoury, prima di avvicinarsi alla stratificata realtà dell’area medio-orientale. Il reportage, che costituisce la sua tesi di laurea del corso di Nuove tecnologie per l’arte all’Accademia Albertina di Torino, denota una notevole maturità, considerati i soli ventitré anni di età dell’autore, facendo presagire interessanti sviluppi futuri.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
1 Giugno 2016 - 2 Ottobre 2016

catalogo
Leonard Freed. Io amo l’Italia
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che l’Assessore Emily Rini inaugura venerdì 20 maggio 2016, alle ore 18, al Centro Saint-Bénin di Aosta, la mostra Leonard Freed. Io amo l’Italia che presenta una ricca selezione di immagini scattate dal fotografo americano in diverse località italiane, dalla metà del Novecento agli inizi del nuovo secolo. La rassegna di Aosta, proposta dall’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, è curata da Enrica Viganò in collaborazione con il Leonard Freed Archive e presenta al pubblico cento fotografie, tra vintage e modern print, che compongono una sorta di diario degli oltre quarantacinque soggiorni compiuti dal fotografo statunitense in Italia, terra con la quale intrattenne un rapporto che lui stesso definì “una storia d’amore”. L’Assessorato regionale, confermando il suo impegno nel sostenere la proposta culturale del territorio con un evento di richiamo, prosegue così nell’offerta di approfondimenti sulla cultura fotografica, dopo le esposizioni sui grandi nomi della fotografia del Novecento, tra cui le mostre dedicate ad André Villers (2008), Mario De Biasi (2012), Elliott Erwitt (2012), Pepi Merisio (2013) e Gian Paolo Barbieri (2014).

Centro Saint-Bénin - Aosta
20 Maggio 2016 - 20 Settembre 2016

Mostra Etto Margueret. Antologica, 1960-2016
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che sabato 7 maggio 2016, alle ore 18, sarà inaugurata, presso la Chiesa di San Lorenzo di Aosta, la mostra Etto Margueret. Antologica, 1960-2016, che riunisce oltre trenta opere dell’artista valdostano: la selezione è avvenuta a partire dai lavori datati agli anni Sessanta fino a includere opere realizzate quest’anno. La mostra retrospettiva di Etto Margueret, curata da Daria Jorioz, è un viaggio nella pittura colorata di un autore conosciuto e apprezzato nella nostra regione, che ha popolato le sue tele con animali dalle tinte vivaci e realizzato ritratti allungati di personaggi famosi e non, che lui stesso ha definito la Tribù dei Visilunghi. Accanto alle sue famose mucche variopinte, non mancano in mostra i dipinti dedicati ai paesaggi alpini, alle montagne e laghi d’alta quota, tutti contraddistinti da una tavolozza personale e vivace, caratterizzata da un’atmosfera giocosa e fiabesca.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
7 Maggio 2016 - 11 Settembre 2016

25 aprile. I luoghi, i monumenti, le celebrazioni
L'Assessorato dell’istruzione e cultura comunica che venerdì 22 aprile, alle ore 15.30, nella sede espositiva Hôtel des États, in piazza Émile Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata l’esposizione 25 aprile. I luoghi, i monumenti, le celebrazioni, realizzata grazie alla collaborazione tra la Presidenza della Regione, l’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, la Struttura Attività espositive di questo Assessorato e l’Istituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea in Valle d’Aosta, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile 2016. La mostra, che si compone di una trentina di pannelli esplicativi, intende proporre al pubblico una testimonianza sulla memoria della Resistenza in Valle d’Aosta, attraverso testi e immagini dell’archivio dell’ANPI, che documentano le inaugurazioni dei monumenti alla Resistenza e le manifestazioni organizzate negli anni per celebrare il 25 aprile. Le fotografie selezionate per la mostra raccontano della grande partecipazione della comunità valdostana alle celebrazioni legate alla Resistenza. Donne e uomini di tutte le età e di tutte le estrazioni sociali hanno partecipato, nel corso degli anni, agli eventi realizzati per testimoniare che il sacrificio di molte persone per la libertà non è stato vano. La memoria della Resistenza costituisce, quindi, un patrimonio morale, culturale ed etico, che occorre difendere, valorizzare e trasmettere alle nuove generazioni. Solo così tutti potranno meglio comprendere i principi cardine della nostra Costituzione e dello Statuto Speciale della nostra regione. L’esposizione 25 aprile. I luoghi, i monumenti, le celebrazioni, con ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 22 maggio 2016, con orario 10-13 e 14-18, da martedì a domenica, chiuso il lunedì. Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura Struttura Attività espositive tel.: 0165.274401, e-mail: u-mostre@regione.vda.it Internet: www.regione.vda.it Sede espositiva Hôtel des États tel.: 0165.300552

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
22 Aprile 2016 - 22 Maggio 2016

Catalogo
Au fil de l’eau. L’homme, l'eau et le territoire en Vallée d'Aoste entre XIXe et XXe siècle
L'Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che martedì 19 aprile 2016, alle ore 18.00, presso il Museo Archeologico Regionale di Aosta, sarà inaugurata la mostra fotografica Au fil de l’eau. L'homme, l'eau et le territoire en Vallée d'Aoste entre XIXe et XXe siècle. L’esposizione, nata dalla collaborazione tra la Struttura attività espositive e il Bureau régional ethnologie et linguistique, raccoglie circa sessanta immagini fotografiche realizzate da alcuni dei più noti fotografi valdostani del nostro recente passato, da Jules Brocherel a Émile Bionaz, da René Willien a Grat Éloi Ronc, per citarne solo alcuni. Le immagini, selezionate a partire dalle stampe fotografiche di alcune mostre realizzate in passato, quali Rus et barrages (2001) e L’eau apprivoisée (2003), e integrate con materiali fotografici presentati per la prima volta al pubblico, descrivono il tema dell’acqua nel duplice aspetto di ostacolo da superare e risorsa da utilizzare, testimoniando i suoi molteplici utilizzi e la relazione che lega l’uomo al territorio della Valle d’Aosta. L’esposizione è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, edito dalla Tipografia Valdostana, posto in vendita in mostra al prezzo di 10 euro. La mostra, con ingresso gratuito, resterà aperta fino al prossimo 29 maggio 2016 con il seguente orario: tutti i giorni dalle 9 alle 19. Per informazioni: Assessorato Istruzione e Cultura Regione autonoma Valle d’Aosta tel. +39.0165.275902 e 0165.274401 www.regione.vda.it u-mostre@regione.vda.it

Museo Archeologico Regionale - Aosta
19 Aprile 2016 - 29 Maggio 2016

Catalogo
Mostra Mauro Paillex. Venire al mondo
L'Assessorato dell’istruzione e cultura comunica che venerdì 11 marzo, alle ore 18, nella sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata l’esposizione fotografica Mauro Paillex. Venire al mondo. La mostra, che apre la programmazione espositiva annuale 2016 dell’Assessorato, propone al pubblico una selezione di immagini che documentano il tema del parto e della nascita nella società contemporanea. Le fotografie, rigorosamente in bianco e nero, sono state realizzate all’Ospedale Beauregard di Aosta e documentano un evento naturale e nel contempo straordinario e simbolico, quello del parto e della nascita di una nuova vita.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
11 Marzo 2016 - 17 Aprile 2016

Giovanni Thoux. Dalla Bibbia all’anno 2000
L’esposizione Giovanni Thoux. Dalla Bibbia all’anno 2000 si compone di trenta pannelli lignei policromi, lavorati a bassorilievo, frutto di un’approfondita ricerca iconografica dello scultore sui temi dell’Antico e del Nuovo Testamento, dei santi e la religiosità popolare in Valle d’Aosta, e del pellegrinaggio verso Roma, tappa finale del cammino di devozione. Le opere in mostra, realizzate da Thoux in occasione del Giubileo del 2000 e appartenenti alle collezioni d’arte regionali, vengono oggi riproposte in una mostra particolarmente attuale, visto l’avvio del Giubileo straordinario voluto da Papa Francesco. Giovanni Thoux, apprezzato scultore che ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti e ha esposto in Italia e all’estero, è stato scelto quest’anno come autore del presepe che rappresenta la Valle d’Aosta nell’ambito dell’esposizione dei presepi delle Regioni italiane, realizzata al Palazzo del Quirinale di Roma su iniziativa del Presidente della Repubblica. L’esposizione Giovanni Thoux, Dalla Bibbia all’anno 2000 resterà aperta dal 19 dicembre 2015 fino al 28 marzo 2016, dal martedì alla domenica, con il seguente orario:10-13 e 14-18.Lunedì chiuso. Il costo del biglietto d’ingresso alla mostra è di 4 euro intero, 3 euro ridotto, entrata gratuita fino a 18 anni. Sarà inoltre possibile acquistare un abbonamento con la mostra Sandro Chia. I guerrieri di Xi’an in corso al Centro Saint-Bénin di Aosta al costo di 10 euro intero e 6 euro ridotto.
Per informazioni:
Assessorato Istruzione e Cultura Regione autonoma Valle d’Aosta
tel. +39.0165.275902 e 0165.274401
u-mostre@regione.vda.it

Museo Archeologico Regionale - Aosta
18 Dicembre 2015 - 28 Marzo 2016

Catalogo
Sandro Chia. I Guerrieri di Xi’an
La mostra Sandro Chia. I guerrieri di Xi’an documenta un particolare momento della ricerca espressiva di uno dei più significativi protagonisti dell’arte contemporanea, Sandro Chia (Firenze 1946), apparso sulla scena internazionale alla Biennale di Venezia del 1980 con il gruppo dei cinque artisti della Transavanguardia. Da allora la sua opera è stata esposta nelle più importanti rassegne internazionali d’arte e in prestigiosi musei, quali il Metropolitan Museum di New York lo Stedelijk Museum di Amsterdam e il Museo di Düsseldorf.

Centro Saint-Bénin - Aosta
5 Dicembre 2015 - 8 Maggio 2016

Catalogo
Enzo Massa Micon. Valle d’Aosta. Vivere il paesaggio
La mostra fotografica Enzo Massa Micon. Valle d’Aosta. Vivere il paesaggio, curata da Daria Jorioz, propone una selezione di oltre trenta scatti, a colori e in bianco e nero, realizzati tra il 2004 e il 2015 da Enzo Massa Micon, autore attento all’evoluzione della fotografia contemporanea, ma che guarda anche alla lezione di alcuni grandi fotografi italiani del Novecento, quali Riccardo Moncalvo, Vincenzo Balocchi e Luigi Ghirri. Le immagini in mostra privilegiano non tanto l’aspetto documentario, quanto una dimensione espressiva personale legata alla riflessione e alla percezione visiva del paesaggio della Valle d’Aosta.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
6 Novembre 2015 - 28 Febbraio 2016

Catalogo
L'acquerello oggi
L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta ha inaugurato giovedì 30 luglio 2015, presso la Chiesa di San Lorenzo di Aosta la mostra "L’Acquerello oggi", una panoramica sullo stato dell’arte dell’acquerello contemporaneo, attraverso l’esposizione delle opere di sei maestri internazionali e dell’acquerellista valdostano Pasqualino Fracasso. Gli artisti in mostra sono Ali Abbas Syed, Chien Chung Wei, Janine Gallizia, Jeannie McGuire, David Poxon, Stanislaw Zoladz e lo stesso Fracasso. Questi acquerellisti provengono da paesi e culture distanti tra loro quali l’Australia, il Belgio, Taiwan, la Svezia, il Pakistan, gli Stati Uniti e le loro opere documentano la vitalità e l’attualità di una tecnica pittorica spesso considerata erroneamente un’arte minore. La mostra, che propone al pubblico trentacinque opere, cinque per ogni artista, con vari soggetti che vanno dal paesaggio alla natura morta, dai ritratti alle vedute urbane, può considerarsi la prima collettiva in Europa di questi artisti, presenti all’inaugurazione, alcuni dei quali espongono per la prima volta in Italia.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
30 Luglio 2015 - 25 Ottobre 2015

Catalogo
Passaggio a dimora, bedding out di Chicco Margaroli
La mostra, curata da Marco Maggi, presenta le tappe più significative del percorso di Chicco Margaroli sia in forma retrospettiva sia di esplorazione delle tematiche più recenti del lavoro dell’artista. La sua ricerca è concentrata sul tema del “rinnovo” inteso come una personale reinterpretazione della poetica dell’objet trouvé, dove l’artista utilizza materiali vari: tessuti organici stabilizzati, limo glaciale risalente a migliaia di anni, vegetali essiccati. Nelle opere in mostra, che coprono l’arco di produzione degli Anni Duemila, Chicco Margaroli intende valorizzare quell’istanza etica e politica che l’arte contemporanea deve avere; un’arte “attiva” che richiede il coinvolgimento diretto, invitando a un’immersione nell’opera da parte del fruitore. L’esposizione Passaggio a dimora / Bedding out tratta alcune tematiche presenti all’Expo di Milano 2015 Nutrire il pianeta. Energia per la vita, legate al diritto alla salvaguardia e alla biodiversità in coltura. In mostra vengono trattati anche alcuni aspetti meno noti della produzione dell’artista, gli interventi nei campi della videoarte e degli Arts and Crafts, in equilibrio tra recupero della tradizione e tecnologie avanzate.

Castello Gamba. Arte moderna e contemporanea Valle d'Aosta - Châtillon
10 Luglio 2015 - 31 Ottobre 2015

Catalogo
Davide Camisasca. Lost in Japan.
Venerdì 19 giugno, nella sede espositiva Hôtel des États di Aosta, è stata inaugurata la mostra fotografica Davide Camisasca. Lost in Japan. Il progetto espositivo ripercorre il viaggio che il fotografo valdostano Davide Camisasca ha realizzato in Giappone nell’ottobre 2012. Il reportage, di elevata valenza antropologica, documenta la cultura, la vita quotidiana e l’ambiente del Giappone, toccando città e luoghi di grande interesse, quali Tokyo, Kyoto, Koyasan, Takayama, Kanazawa e le Alpi giapponesi. La mostra fotografica, curata da Daria Jorioz, propone al pubblico una sintesi di questo ampio reportage - che si compone di oltre trecento immagini - con una selezione di trentotto stampe a colori di grandi dimensioni e di alta qualità che ci offrono un ritratto intenso ed autentico del Giappone contemporaneo. Il progetto Lost in Japan se da un lato conserva intatto il carattere documentario proprio del reportage, basti citare ad esempio lo scatto dedicato al Tokyo Dome che illustra la sfrenata passione nipponica per il baseball, dall’altro lato pare giocato nel solco della più autentica street photography.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
19 Giugno 2015 - 27 Settembre 2015

Antonio Canova. All’origine del mito
La mostra "Antonio Canova. All’origine del mito" è dedicata a uno dei più affermati scultori e pittori italiani (1757-1822), ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo, che nelle sue opere ha fatto rivivere la bellezza dell’antica statuaria greca e i temi della mitologia classica. L’esposizione, curata da Mario Guderzo, direttore del Museo Gipsoteca di Possagno (Treviso), paese natale di Canova, e dallo studioso Giancarlo Cunial, rappresenta un’occasione unica per ammirare, per la prima volta in Valle d’Aosta, un nucleo consistente di gessi dell’artista, alcuni dei quali sono pezzi unici poiché non esistono più gli originali in marmo, andati perduti. La mostra di Aosta presenta al pubblico una selezione di oltre sessanta opere: preziosi gessi, alcuni marmi, acqueforti, dipinti a tempera e olii provenienti dalla Fondazione Canova, che documentano l’origine del mito - come giustamente recita il sottotitolo della mostra - dallo schizzo iniziale al bozzetto in terracotta, alla statua in argilla fino al modello in gesso su cui venivano fissati i chiodini (chiamati “repère”), grazie ai quali era possibile trasferire nel marmo le esatte proporzioni dell’opera. Tra le opere esposte ricordiamo l’elegante scultura in gesso Danzatrice con le mani sui fianchi (1812) e il busto in marmo Francesco I d’Austria (1804). Il costo del biglietto d’ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; entrata gratuita per i minori di 18 anni. Per ulteriori informazioni: Assessorato Istruzione e Cultura Attività espositive: tel. 0165.274401 u-mostre@regione.vda.it Centro Saint-Bénin: tel. 0165.272687 www.regione.vda.it Ufficio stampa Studio ESSECI, Sergio Campagnolo – Padova tel. 049.663499 gestione1@studioesseci.net www.studioesseci.net

Centro Saint-Bénin - Aosta
12 Giugno 2015 - 11 Ottobre 2015

Catalogo
Metonimia
La mostra fotografica Metonimia, un progetto di Samuel Giudice e Fabrizio Falcomatà, con la collaborazione di Nico Barbieri, è stata concepita come una performance artistica sul tema del ritratto e presenta al pubblico gli scatti realizzati nello studio fotografico dei due autori in un unico giorno, il 14 maggio 2014, sperimentando un sistema di illuminazione a LED che permette al soggetto ritratto di muoversi liberamente entro uno spazio definito e farsi riprendere durante un lasso di tempo di circa 5 minuti. All’evento, divulgato solo una settimana prima attraverso i social media, hanno partecipato oltre 40 persone che si sono fatte fotografare dopo aver disegnato sul proprio viso un segno o un simbolo che in qualche modo li rappresentasse. La mostra è il risultato di questa seduta fotografica e offre un’immagine dinamica della società contemporanea, con implicazioni non solo artistiche ed estetiche, ma anche sociologiche, psicologiche e antropologiche. Le fotografie in bianco e nero presentate in mostra si caratterizzano per l’intensità espressiva e rivelano una gamma molto ampia di sentimenti, dalla serenità alla malinconia, dal dubbio alla sfida, dalla naturalezza divertita all’inquietudine

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
6 Marzo 2015 - 24 Maggio 2015

Omaggio a Franco Balan
Omaggio a Franco Balan è la mostra dedicata al celebre artista, grafico e illustratore valdostano al Museo Archeologico Regionale di Aosta dal 19 dicembre 2014 al 1° marzo 2015. La mostra presenta al pubblico “I dodici personaggi della storia valdostana”, i ritratti serigrafati dedicati a dodici Valdostani illustri, presentati per la prima volta nel 1990 a Roma alla Galleria Arti Visive.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
19 Dicembre 2014 - 1 Marzo 2015

Catalogo
Alessandro Mendini. Empatie. Un viaggio da Proust a Cattelan
Il Centro Saint-Bénin di Aosta ospita una mostra dedicata ad Alessandro Mendini, architetto e designer tra i più celebri a livello internazionale. L’esposizione, il cui allestimento verrà realizzato dall’Atelier Mendini appositamente per il Centro Saint-Bénin, è a cura di Alberto Fiz e si configura come un omaggio dell’artista a vari esponenti del mondo dell’arte, della letteratura e del design. In mostra si potranno ammirare la famosa Poltrona Proust, disegnata da Mendini secondo l’idea della decorazione puntinista di Georges Seurat e di Paul Signac, La città gentile, un’installazione i cui elementi richiamano le architetture fantastiche dei quadri di Alberto Savinio, Tête Géant, una testa africana dipinta da Mendini secondo i principi coloristici di Kazimir Malevich e altri omaggi che l’artista ha dedicato a vari esponenti del mondo della cultura tra i quali Giò Ponti, Ettore Sottsass, Frank Stella e Maurizio Cattelan. Al Centro Saint-Bénin di Aosta saranno esposte 50 opere in un percorso che comprende sculture, mobili, oggetti, schizzi e progetti che fanno emergere un’indagine esaustiva dell’attività svolta da Mendini negli ultimi quarant’anni. Catalogo bilingue italiano-francese con scritti di Mendini e testimonianze di artisti, designer, critici e architetti.

Centro Saint-Bénin - Aosta
12 Dicembre 2014 - 26 Aprile 2015

Catalogo
Alessio Nebbia, 1896-1975. Retrospettiva
La Chiesa di San Lorenzo di Aosta ospita una mostra dedicata alla figura di Alessio Nebbia, pittore piemontese che scelse sin dal 1925 la Valle d’Aosta come luogo di residenza e come soggetto privilegiato dei suoi dipinti. La mostra organizzata dall'Assessorato Istruzione e Cultura e curata da Daria Jorioz, Sandra Barberi e Giuseppe Nebbia, ripercorre l’attività pittorica dell’autore attraverso una selezione di opere provenienti da collezioni pubbliche e private. Accanto a Italo Mus, Francesco Nex e Franco Balan, Alessio Nebbia è figura di spicco nell’ambito artistico valdostano. Nel solco della tradizione figurativa piemontese del primo Novecento, da Cesare Maggi a Matteo Olivero, Mario Reviglione e Giuseppe Bozzalla, Nebbia elabora una propria visione artistica incentrata sulla montagna, che conosce bene anche sotto il profilo alpinistico. Nato a Castello d’Annone (Asti) nel 1896, si trasferisce da Torino a Courmayeur nel 1925. I paesaggi valdostani costituiscono la sua principale fonte d’ispirazione artistica incentrata, soprattutto, sugli aspetti geografici del territorio montano. Si dedica inizialmente alla fotografia e alla rappresentazione dei massicci montuosi in carte e plastici di grande precisione realistica. Dagli anni Quaranta Nebbia coltiva prevalentemente l’attività pittorica prediligendo i paesaggi invernali di montagna ma anche le vedute lagunari e i paesaggi marini. Artista apprezzato per l’atmosfera rarefatta della sua pittura, Nebbia esplora vie intime del tema paesistico con una pittura lungamente meditata, tesa a cogliere la vibrazione luminosa annotando i timbri coloristici nel mutevole variare delle ore del giorno e degli eventi atmosferici. L’esposizione è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, che contiene le riproduzioni di tutte le opere esposte, edito dalla Tipografia Duc e posto in vendita in mostra al prezzo di 15 euro.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
28 Novembre 2014 - 10 Maggio 2015

Arco d'Augusto
Augusta Prætoria. Disegni di Francesco Corni.
L’esposizione, che si colloca nell’ambito delle manifestazioni del Bimillenario della morte dell’imperatore Giulio Cesare Ottaviano Augusto curate dall’Assessorato regionale, presenta al pubblico una serie di pannelli raffiguranti Aosta e i suoi monumenti di epoca romana, dando particolare rilievo a quelli vicini all’epoca di fondazione e mettendo a confronto l’impianto urbanistico di Augusta Prætoria con quello di altre città augustee e con i centri urbani più significativi dell’epoca. La suggestione e la qualità evocativa dei disegni di Francesco Corni sono al centro di questa mostra, che si propone di introdurre il visitatore alla scoperta della nostra storia antica. Il percorso espositivo, dalla valenza principalmente divulgativa e didattica, si compone di riproduzioni in grandi dimensioni dei disegni firmati da Corni e di alcuni plastici realizzati per accompagnare il pubblico alla scoperta di Augusta Prætoria, città romana di assoluto interesse la cui nascita si colloca nel 25 a.C. e che conserva, caso unico al mondo, una cinta muraria pressoché integra e fondamentali testimonianze monumentali, dal teatro al criptoportico forense. LA MOSTRA E' STATA PROROGATA FINO AL 23 NOVEMBRE 2014

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
24 Luglio 2014 - 23 Novembre 2014

Catalogo
Una stagione informale. Capolavori della collezione Reverberi
Il Museo Archeologico regionale di Aosta ospita per la stagione estiva 2014 la mostra "Una stagione informale. Capolavori della collezione Reverberi. L’esposizione, curata dai critici d’arte Beatrice Buscaroli e Bruno Bandini, presenta una selezione di circa 90 opere della collezione d’arte del musicista Gian Piero Reverberi, che illustrano la ricchezza della pittura informale in ambito europeo. Questa tendenza artistica è stata teorizzata dal critico d’arte francese Michel Tapié, che nel 1952 scrive il libro “Un Art autre” e con il termine informel indica le tendenze antigeometriche, antinaturalistiche e non-figurative di artisti quali Alberto Burri, Jean Fautrier, Karel Appel, Hans Hartung, Lucio Fontana e tanti altri le cui opere saranno presenti nella mostra di Aosta.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
20 Giugno 2014 - 26 Ottobre 2014

Catalogo
Gian Paolo Barbieri. La seduzione della moda
Venerdì 6 giugno 2014 è stata inaugurata, al Centro Saint-Bénin di Aosta, una mostra fotografica dedicata a Gian Paolo Barbieri, uno dei nomi della fotografia italiana di moda più autorevoli e noti a livello internazionale. L’esposizione ripercorre la carriera del fotografo attraverso 58 fotografie di grande formato, che raccontano la storia della moda dagli anni Sessanta fino ai primi anni Duemila: dalle campagne pubblicitarie per le maisons Valentino, Armani, Ferré e Versace, alle copertine di “Vogue”, in un percorso denso di suggestioni che, descrivendo l’evoluzione del suo stile, offre nel contempo uno spaccato sulla storia recente della fotografia di moda. La mostra Gian Paolo Barbieri. La seduzione della moda è curata da Daria Jorioz e Raffaella Ferrari.

Centro Saint-Bénin - Aosta
6 Giugno 2014 - 2 Novembre 2014

Au Cœur de la matière
La mostra "Au Cœur de la matière" dell’artista valdostana Giuliana Cunéaz propone al pubblico, accanto ad un emblematico lavoro storico, la sua più recente produzione. La riflessione artistica di Giuliana Cunéaz si pone in relazione con il mondo naturale e si esprime attraverso i vari media.

Castello Gamba. Arte moderna e contemporanea Valle d'Aosta - Châtillon
14 Febbraio 2014 - 5 Ottobre 2014

Universo Depero
La mostra Universo Depero al Museo Archeologico Regionale di Aosta fino all’11 maggio 2014 è un progetto espositivo dedicato al maestro trentino realizzato dall’Assessorato in collaborazione con il Mart di Rovereto e curato da Alberto Fiz e Nicoletta Boschiero. La mostra affronta l’Universo Depero nelle sue differenti declinazioni: sono esposte oltre 90 opere tra dipinti, arazzi, tarsie, mobili, sculture, bozzetti, progetti, libri (tra cui il celebre Libro bullonato del 1927), disegni e schizzi in un’esposizione che ripercorre l’iter creativo dell’artista dai suoi esordi in ambito simbolista (la mostra si apre con un’opera fondamentale come Il taglialegna del 1912) alla sua adesione al futurismo giungendo sino alle realizzazioni degli anni Quaranta quando appare evidente il recupero della tradizione e dell’arte popolare.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
13 Dicembre 2013 - 11 Maggio 2014

Federico Ashton
Il primo evento espositivo “Détails” è dedicato a un dipinto acquisito nel 2005, L'Arco di Augusto ad Aosta di Federico Ashton. Si tratta di un'opera di grande interesse per la rarità nella produzione figurativa dell'Ottocento di rappresentazioni pittoriche del nostro capoluogo regionale, riprodotto più di frequente nell'ambito della grafica. Pittore della montagna legato soprattutto alle valli ossolane, dove visse e operò negli ultimi decenni del XIX secolo, Federico Ashton (1836-1904) esemplifica l'adesione al vero che si manifesta alla metà dell'Ottocento, pur senza abbandonare del tutto i principi compositivi del “bello” accademico e un linguaggio pittorico accuratamente rifinito.

Castello Gamba. Arte moderna e contemporanea Valle d'Aosta - Châtillon
6 Dicembre 2013 - 26 Gennaio 2014

Guglielmo Pramotton. La Storia e le storie
L’esposizione presenta al pubblico una selezione di oltre trenta sculture, per la maggior parte realizzate a tuttotondo in legno di noce, raffiguranti i soggetti prediletti dall'artista: dai monaci ai contadini, alle scene di vita quotidiana ambientate in montagna. Le opere di Pramotton, caratterizzate da una solida impostazione volumetrica e da una vigorosa forza espressiva, raccontano la grande Storia, come la statua dedicata a Napoleone Bonaparte, ma anche le storie quotidiane della gente di montagna, il loro duro lavoro e la loro devozione verso i santi. Guglielmo Pramotton, nato a Donnas nel 1948, espone alla Fiera di Sant’Orso dal 1974 e ha ricevuto nel corso degli anni numerosi riconoscimenti. Ha lavorato a Parigi dal 1980 al 1987 per poi tornare definitivamente nella nostra regione. L’Amministrazione regionale gli ha dedicato una mostra personale nel 1999 alla Torre del Lebbroso di Aosta. L'esposizione, che resterà aperta fino al 27 aprile 2014, è accompagnata da un catalogo bilingue italiano-francese, edito da Musumeci Editore, posto in vendita al prezzo di 15,00 euro, con testi di Daria Jorioz e di Giuseppe De Rita. Per ulteriori informazioni: Assessorato Istruzione e Cultura Attività espositive: tel. 0165.274401 E-mail: u-mostre@regione.vda.it Chiesa di San Lorenzo: tel. 0165.238127 www.regione.vda.it

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
29 Novembre 2013 - 27 Aprile 2014

Catalogo
Roberto Priod. La forma del senso
La mostra "La forma del senso" dell'artista valdostano Roberto Priod, organizzata dal Consiglio regionale della Valle d'Aosta e dall'Assessorato regionale dell'istruzione e cultura, presenta una selezione di opere dell’artista che vanno dal 1998 al 2013. Il percorso espositivo selezionato descrive e facilita la lettura del recente itinerario artistico dell'artista nato ad Aosta, che vive e lavora fra il capoluogo valdostano e Milano, dove svolge attività di ricerca, in ambito artistico, e didattica in qualità di docente di scultura presso l’Accademia di belle arti di Brera.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
16 Novembre 2013 - 28 Febbraio 2014

Catalogo
Tilson. Ritorno ad Aosta
La mostra Joe Tilson. Ritorno ad Aosta, dedicata all’artista protagonista della Pop Art in Inghilterra negli anni Sessanta, è stata espressamente concepita per il Centro Saint-Bénin e intende documentare i molti aspetti della ricerca espressiva di Tilson, attraverso un’ampia selezione di sculture in terracotta, legno e vetro, dipinti su carta e su legno, grafiche. A tali opere l’artista inglese non attribuisce alcuna gerarchia di valori, considerando ogni tecnica espressiva ugualmente efficace per rappresentare il suo complesso mondo immaginativo.

Centro Saint-Bénin - Aosta
26 Ottobre 2013 - 4 Maggio 2014

Marina Torchio. I Dodici
L’esposizione presenta al pubblico una selezione di quattordici sculture in grès raffiguranti gli Apostoli e due Profeti. Le opere, realizzate nel 2006 e presentate per la prima volta nel 2007 al Santuario di Oropa, sono il risultato di una ricerca sulla tradizione storico-liturgica effettuata dall’artista, con l’intento di comprendere come l’immagine di ciascun santo e i relativi attributi iconografici si siano codificati nel corso dei secoli, fino ad arrivare ai giorni nostri. Al progetto espositivo hanno collaborato Don Paolo Papone per il profilo storico-religioso e Sandra Barberi per l’aspetto storico-artistico.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
13 Aprile 2013 - 6 Ottobre 2013

Pepi Merisio. Il Gioco
La mostra Pepi Merisio. Il gioco intende offrire un approfondimento sulla cultura fotografica in Italia nel secondo Novecento, presentando al pubblico cinquanta fotografie, per la maggior parte in bianco e nero, aventi come tema il gioco, che Merisio racconta con delicatezza e poesia

Centro Saint-Bénin - Aosta
6 Aprile 2013 - 29 Settembre 2013

Renato Guttuso. Il Realismo e l’attualità dell’immagine
L’esposizione presenta al pubblico, nelle sale espositive del Museo Archeologico Regionale, una selezione di quaranta opere primarie di Guttuso tra dipinti ad olio, opere su carta e grafiche, che vanno dalle nature morte della fine degli anni ’30 e dei primi ’40 al drammatico Partigiana assassinata, 1954, dal visionario Bambino sul mostro, 1966, all’epico Comizio di quartiere, 1975. Le opere d’arte in mostra, provenienti da collezioni private e dal MART, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, documentano i temi tipici elaborati con grande libertà d’immaginazione e originalità di soluzioni dal Maestro, dai paesaggi urbani, ai soggetti sociali. Attraverso un percorso espositivo articolato, il visitatore potrà instaurare un dialogo con l’opera di un artista che cerca la verità proprio nella relazione con il suo pubblico.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
27 Marzo 2013 - 22 Settembre 2013

Italo Mus nelle collezioni della Regione Autonoma Valle d'Aosta. L'attività per le esposizioni di artigianato
Documentata da un ricco apparato informativo costituito da fotografie e manifesti dell’epoca, l’esposizione approfondisce un aspetto poco noto del percorso artistico di Italo Mus, rivolto sia al mondo rurale sia alla realtà contemporanea più viva e dinamica, gravitante intorno alle attività dell’industria e del commercio.

Centro Saint-Bénin - Aosta
6 Dicembre 2012 - 3 Marzo 2013

Manila Calipari. Valle d’Aosta. Contadina terra
L’esposizione propone al pubblico una selezione di fotografie realizzate da Manila Calipari nell’arco di un ventennio, una sorta di viaggio fotografico nei luoghi dell’agricoltura valdostana, nella storia e nelle tradizioni del mondo rurale valdostano, sulla traccia di quelle che sono state, per l’autrice, le sue sensazioni ed emozioni.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
30 Novembre 2012 - 24 Febbraio 2013

Catalogo
Erik Fisanotti. Cavalieri e contadini
L’esposizione presenta al pubblico una selezione di sculture a tutto tondo e bassorilievi lignei policromi, in legno di noce o di tiglio, dedicati a temi quali i castelli valdostani, in cui l’artista ambienta scene di tornei, dame e cavalieri, ma anche a soggetti legati alla montagna, con riferimento ai lavori agricoli, alla caccia e all’alpinismo.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
23 Novembre 2012 - 17 Febbraio 2013

Catalogo
Sportfolio. Esport de noutra tera
Fotografie di Nadia Camposaragna

La mostra fotografica di Nadia Camposaragna SPORTFOLIO. Esport de noutra tera è dedicata agli sport tradizionali in Valle d’Aosta.L’esposizione propone al pubblico una selezione di quarantanove fotografie a colori, stampate in grande formato, realizzate dal 2010 a oggi sui campi dove si gioca a fiolet, rebatta, tsan e palet. Diversi scatti sono inoltre dedicati al gioco della morra. Le fotografie esposte ritraggono principalmente giocatori di ogni età delle varie discipline, ritratti individuali, in posa e a figura intera, di notevole forza espressiva, ai quali si aggiunge, nella sezione introduttiva dell’esposizione, una serie di immagini dedicate alle azioni di gioco.

Espace Porta Decumana - Aosta
10 Novembre 2012 - 2 Marzo 2013

Italo Mus (1892-1967) nelle collezioni della Regione autonoma Valle d'Aosta
L'esposizione temporanea che accompagna l'apertura al pubblico del Castello Gamba è un doveroso omaggio all'artista che, in età moderna, più ha contribuito a far conoscere la Valle d'Aosta al di fuori dei confini locali. Il rilevante numero di opere – 68 per l'esattezza – presente nelle collezioni regionali testimonia l'attenzione che la pubblica amministrazione ha rivolto e continua a rivolgere verso Italo Mus, attraverso un’ininterrotta politica di acquisti.

Castello Gamba. Arte moderna e contemporanea Valle d'Aosta - Châtillon
28 Ottobre 2012 - 24 Novembre 2013

Davide Camisasca. Glace et Glaciers
Organizzata dall’Assessorato, l’esposizione presenterà al pubblico parigino venti fotografie scattate dall’artista tra il 2008 e il 2012: un’esplorazione inedita dei ghiacciai da parte di un fotografo la cui maestria porta a guardare in modo diverso lo spettacolo della natura. Le montagne della Valle d’Aosta e il territorio del Monte Rosa, in particolare, diventano i protagonisti assoluti di questa ricerca fotografica, dove la qualità delle immagini evidenzia la grandezza silenziosa e la potenza di questo straordinario patrimonio naturale.

Maison du Val d'Aoste. Paris - Parigi (FR)
25 Settembre 2012 - 13 Gennaio 2013

Andrea Alborno. Mont-Blanc
Attraverso i suoi scatti, l'autore intende mostrare il volto non-alpinistico del Monte Bianco. La Montagna, spartiacque di tre nazioni, mostra così la sua valenza di icona spogliata di gran parte dei riferimenti legati all'impresa sportiva o alla più banale immagine da cartolina. Il Monte Bianco, per la sua posizione geografica centrale nel cuore dell'Europa e nell'inconscio collettivo, è simbolo fortissimo.

Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
14 Settembre 2012 - 14 Ottobre 2012

Catalogo
Bobo Pernettaz. Il sarto di legni esausti
L’esposizione propone al pubblico circa trenta opere composte da Pernettaz assemblando pezzi di legno recuperati e colorati, successivamente trasformati in personaggi tristi o allegri, animali giocosi e divertenti, oggetti, scene di vita e ritratti legati alla Valle d’Aosta ma non solo. Le opere offrono un'originale interpretazione della tradizione valdostana da parte di un artista che si autodefinisce “sarto di legni esausti” e che, con sguardo acuto e originale, rende omaggio alla cultura valdostana trasmettendo quella profonda sensazione di montana ruvidezza mista a ricercatezza e sottile umorismo.

Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
29 Luglio 2012 - 9 Settembre 2012

Catalogo
Gianni Bersezio. Le vite sognate
La mostra è dedicata a Gianni Bersezio, pittore, scultore e grafico pubblicitario, che vive in Valle d’Aosta ormai da molti anni. L’esposizione personale presenta al pubblico una selezione degli ultimi lavori pittorici e polimaterici dell’artista, cuneese di nascita e valdostano di adozione, che ha esposto nel 2007 alle Scuderie del Forte di Bard.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
28 Luglio 2012 - 4 Novembre 2012

Catalogo
Tino Aime. Sulla soglia dell'incanto
La mostra è dedicata alle opere di Tino Aime, artista nato a Cuneo nel 1931 e residente in Valle di Susa, che ha iniziato a esporre nel 1963, conseguendo riconoscimenti in Italia e all’estero. La sua arte trae ispirazione dalla cultura contadina e, in particolare, da quelli che lo stesso artista definisce “i luoghi della fatica”. L’universo di Aime spazia dai monti della Val di Susa alla campagna delle Langhe, dove il silenzio è spesso l’unico suono percepibile. La mostra si comporrà di una selezione di dipinti, sculture e incisioni.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
21 Luglio 2012 - 28 Ottobre 2012

Alp_Age
L’esposizione del fotografo Luigi Gariglio, curata da Francesco Zanot, propone al pubblico fotografie e video che hanno come filo conduttore due soggetti: la montagna e il linguaggio fotografico utilizzato per la sua rappresentazione. Nel percorso espositivo vengono quindi messi a confronto il concetto di paesaggio e il rapporto esistente tra il paesaggio e l’uomo che in tale ambito vive e lavora, offrendo un’interessante riflessione sul territorio di montagna della Valle d’Aosta.

Castello di Ussel (Momentaneamente chiusa) - Châtillon
24 Giugno 2012 - 26 Agosto 2012

Catalogo
Lorenzo Merlo. Anni ottanta
La mostra fotografica è dedicata agli scatti di Lorenzo Merlo, diplomatosi nel 1967 in fotografia al New York Institute of Photography e direttore della Galleria fotografica della Fondazione Canon di Amsterdam dal 1974 al 1987. L’esposizione presenta una significativa serie di immagini realizzate da Merlo negli anni ottanta, che illustrano la sperimentazione e il linguaggio fotografico di quegli anni.

Espace Porta Decumana - Aosta
23 Giugno 2012 - 20 Ottobre 2012

Catalogo
Wassily Kandinsky e l' arte astratta tra Italia e Francia
Dopo l’esposizione dedicata a Paul Klee e realizzata ad Aosta nel 2011, la mostra crea una continuità di progettazione scientifica nella programmazione espositiva, poiché Kandinsky e Klee, che hanno condiviso l’esperienza del Bauhaus, sono due figure fondamentali per la ricerca astratta del Novecento. La rassegna, incentrata sulla fase matura dell’astrattismo di Kandinsky, è curata da Alberto Fiz e dalla Fondazione Mazzotta di Milano. La mostra propone al pubblico oltre cinquanta opere tra dipinti a olio, acquerelli, gouaches, disegni e incisioni. Particolare attenzione sarà dedicata agli anni di Parigi, dal 1934 al 1944, in cui Kandinky sviluppa un nuovo linguaggio artistico, intervenendo direttamente sulle forme geometriche.

Museo Archeologico Regionale - Aosta
26 Maggio 2012 - 21 Ottobre 2012

Giorgio De Chirico. Il labirinto dei sogni e delle idee
La mostra è dedicata a uno degli autori di maggior interesse nella storia artistica italiana del XX secolo. L’esposizione intende ripercorrere, attraverso una selezione di dipinti e disegni provenienti da collezioni pubbliche e private, l’intera carriera di De Chirico, esponente con Carrà della Pittura Metafisica, con particolare riferimento al periodo centrale della sua attività. Il percorso espositivo mette in evidenza l’interesse di Giorgio De Chirico per il mondo antico, che rappresenta un’impareggiabile fonte di ispirazione tanto nelle forme quanto nei contenuti.

Centro Saint-Bénin - Aosta
28 Aprile 2012 - 30 Settembre 2012

Catalogo
Giuseppe Tecco. Piccola antologica, 1964-2012
La mostra si compone di una selezione di oltre trenta opere che ricostruiscono l’evoluzione artistica del pittore originario di Udine, che vive in Valle d’Aosta dal 1953. Dai primi dipinti, che rivelano l’influenza di Italo Mus, si passa attraverso la produzione pittorica più conosciuta e legata alla Valle d’Aosta, per giungere alle ultime ricerche artistiche nell’ambito della pittura figurativa. Intensa la sua attività espositiva in Italia. Le opere recenti testimoniano un nuovo desiderio di sperimentazione, basato sull’uso del carboncino su tela. In mostra tecniche miste, collages e dipinti a olio.

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
31 Marzo 2012 - 1 Luglio 2012

Catalogo
Elliott Erwitt. Icons
L’esposizione presenta al pubblico quarantadue immagini selezionate personalmente dal celebre fotografo americano ultraottantenne tra le più rappresentative della sua vastissima produzione. La mostra evidenzia il nucleo centrale della poetica dell’autore, incentrata sulla figura umana e le sue azioni. Tra le opere in mostra, un intenso ritratto di Marilyn Monroe scattato a New York nel 1956, i ritratti di Jacqueline Kennedy e Che Guevara, oltre ad alcune delle famose foto di cani e padroni. Nato a Parigi nel 1928, trasferitosi negli Stati Uniti nel 1939, appartenente all’Agenzia Magnum, Erwitt è diventato celebre per il suo sguardo originale e partecipe sulla vita quotidiana. Alcuni dei suoi scatti sono divenuti icone della fotografia del Novecento.

Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
24 Marzo 2012 - 24 Giugno 2012

Catalogo
Mario De Biasi. Un Mondo Di Baci
La mostra presenta al pubblico una selezione di quarantotto scatti del celebre fotoreporter di “Epoca”, tutti dedicati al tema del bacio e databili a partire dagli anni cinquanta, realizzati in tutto il mondo, dall’Italia alla Francia, dal Brasile agli Stati Uniti. I baci protagonisti delle foto sono attimi di vita che De Biasi ha colto, nel corso della sua straordinaria carriera, in città quali New York e Rio, passando per Milano, Firenze, Parigi, Vienna, Londra.

Espace Porta Decumana - Aosta
15 Febbraio 2012 - 26 Maggio 2012

Catalogo
Centro Saint-Bénin - Aosta
26 Novembre 2011 - 11 Marzo 2012

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
19 Novembre 2011 - 4 Febbraio 2012

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
13 Novembre 2011 - 12 Febbraio 2012

Catalogo
Museo Archeologico Regionale - Aosta
9 Ottobre 2011 - 7 Gennaio 2012

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
2 Settembre 2011 - 5 Febbraio 2012

Catalogo
Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
24 Agosto 2011 - 9 Ottobre 2011

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
22 Luglio 2011 - 15 Ottobre 2011

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
16 Luglio 2011 - 30 Ottobre 2011

Catalogo
Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
9 Luglio 2011 - 21 Agosto 2011

Catalogo
Museo Archeologico Regionale - Aosta
26 Giugno 2011 - 11 Settembre 2011

Catalogo
Centro Saint-Bénin - Aosta
28 Maggio 2011 - 23 Ottobre 2011

Catalogo
Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
12 Maggio 2011 - 26 Giugno 2011

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
22 Aprile 2011 - 21 Agosto 2011

Catalogo
Maison du Val d'Aoste. Paris - Parigi (FR)
14 Aprile 2011 - 10 Settembre 2011

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
31 Marzo 2011 - 26 Giugno 2011

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
25 Marzo 2011 - 2 Luglio 2011

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
26 Febbraio 2011 - 10 Aprile 2011

Catalogo
Maison du Val d'Aoste. Paris - Parigi (FR)
21 Gennaio 2011 - 16 Aprile 2011

Catalogo
Salone espositivo La Murasse. Verrès - Verrès
8 Dicembre 2010 - 15 Febbraio 2011

Catalogo - Agenda
Museo Archeologico Regionale - Aosta
4 Dicembre 2010 - 25 Aprile 2011

Catalogo
Centro Saint-Bénin - Aosta
27 Novembre 2010 - 8 Maggio 2011

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
13 Novembre 2010 - 13 Febbraio 2011

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
23 Ottobre 2010 - 6 Marzo 2011

Catalogo
Maison du Val d'Aoste. Paris - Parigi (FR)
30 Settembre 2010 - 15 Gennaio 2011

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
5 Settembre 2010 - 6 Febbraio 2011

Catalogo
Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
21 Agosto 2010 - 10 Ottobre 2010

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
10 Luglio 2010 - 24 Ottobre 2010
Orario:09:30-12:30 / 14:30-18:30

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
3 Luglio 2010 - 3 Ottobre 2010

Cataloghi
Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
19 Giugno 2010 - 15 Agosto 2010

Catalogo
Museo Archeologico Regionale - Aosta
12 Giugno 2010 - 1 Novembre 2010

Catalogue
Maison du Val d’Aoste. Paris - Aosta
2 Giugno 2010 - 19 Settembre 2010

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
23 Maggio 2010 - 22 Agosto 2010

Catalogo
Centro Saint-Bénin - Aosta
15 Maggio 2010 - 26 Ottobre 2010

Catalogo
Scuderie del Forte di Bard. Bard - Bard
8 Maggio 2010 - 13 Giugno 2010

Catalogo
Castello di Ussel (Momentaneamente chiusa) - Châtillon
24 Aprile 2010 - 3 Ottobre 2010

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
26 Marzo 2010 - 27 Giugno 2010

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
19 Marzo 2010 - 20 Giugno 2010

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
26 Febbraio 2010 - 30 Aprile 2010


Sala espositiva Finaosta - Aosta
25 Febbraio 2010 - 2 Maggio 2010

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
12 Dicembre 2009 - 7 Marzo 2010

Catalogo
Museo Archeologico Regionale - Aosta
5 Dicembre 2009 - 25 Aprile 2010

Catalogo
Centro Saint-Bénin - Aosta
29 Novembre 2009 - 2 Maggio 2010

Catalogo
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
13 Novembre 2009 - 28 Febbraio 2010

Catalogo
Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
8 Novembre 2009 - 14 Febbraio 2010

Catalogo
Espace Porta Decumana - Aosta
8 Agosto 2009 - 7 Novembre 2009


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
24 Luglio 2009 - 25 Ottobre 2009


Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
18 Luglio 2009 - 11 Ottobre 2009

Catalogo
Museo Archeologico Regionale - Aosta
27 Giugno 2009 - 1 Novembre 2009


Centro Saint-Bénin - Aosta
23 Maggio 2009 - 8 Novembre 2009

Catalogo
Castello di Ussel (Momentaneamente chiusa) - Châtillon
9 Maggio 2009 - 4 Novembre 2009


Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
27 Marzo 2009 - 5 Luglio 2009

1968-2008
Dall’arte pastorale all’artigianato artistico. Quarant’anni di artigianato valdostano in una scelta di opere tratte da collezioni private

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
21 Marzo 2009 - 12 Luglio 2009


Sala espositiva Finaosta - Aosta
24 Gennaio 2009 - 8 Marzo 2009

Memorie Del Grand Tour
Il viaggio in Italia nelle fotografie degli archivi Alinari e nelle collezioni d’arte della Regione autonoma Valle d’Aosta

Museo Archeologico Regionale - Aosta
20 Dicembre 2008 - 3 Maggio 2009


Centro Saint-Bénin - Aosta
29 Novembre 2008 - 26 Aprile 2009


Espace Porta Decumana - Aosta
21 Novembre 2008 - 22 Febbraio 2009


Museo Archeologico Regionale - Aosta
8 Novembre 2008 - 8 Dicembre 2008


Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
31 Ottobre 2008 - 8 Febbraio 2009


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
19 Ottobre 2008 - 15 Febbraio 2009

Onze Septembre-Undici Settembre-September Eleven
Pour ne pas oublier - Per non dimenticare – Not to Forget. Les tours jumelles d’après les photografies de / Le Twin Towers nelle fotografie di Alfredo Mariani

Priorato di Sant'Orso - Aosta
12 Settembre 2008 - 10 Ottobre 2008


Museo Archeologico Regionale-Criptoportico forense-Teatro Romano - Aosta
20 Giugno 2008 - 26 Ottobre 2008


Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
7 Giugno 2008 - 5 Ottobre 2008


Espace Porta Decumana - Aosta
5 Giugno 2008 - 28 Settembre 2008


Centro Saint-Bénin - Aosta
30 Maggio 2008 - 5 Ottobre 2008


Castello di Ussel (Chatillon) - Aosta
25 Aprile 2008 - 28 Settembre 2008


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
14 Marzo 2008 - 21 Settembre 2008


Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
29 Febbraio 2008 - 4 Maggio 2008


Espace Porta Decumana - Aosta
23 Febbraio 2008 - 18 Maggio 2008


Sala espositiva Hôtel des Etats - Aosta
14 Gennaio 2008 - 5 Febbraio 2008


Museo Archeologico Regionale - Centro Saint-Bénin - Aosta
8 Dicembre 2007 - 4 Maggio 2008


Espace Porta Decumana - Aosta
27 Ottobre 2007 - 2 Febbraio 2008


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
20 Ottobre 2007 - 10 Febbraio 2008


Museo Archeologico Regionale - Aosta
30 Giugno 2007 - 4 Novembre 2007


Castello di Ussel (Chatillon) - Aosta
23 Giugno 2007 - 7 Ottobre 2007


Espace Porta Decumana - Aosta
16 Giugno 2007 - 30 Settembre 2007


Centro Saint-Bénin - Aosta
19 Maggio 2007 - 28 Ottobre 2007


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
28 Aprile 2007 - 30 Settembre 2007


Espace Porta Decumana - Aosta
24 Febbraio 2007 - 2 Giugno 2007


Museo Archeologico Regionale - Aosta
16 Dicembre 2006 - 9 Aprile 2007


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
1 Dicembre 2006 - 18 Marzo 2007


Centro Saint-Bénin - Aosta
24 Novembre 2006 - 15 Aprile 2007


Espace Porta Decumana - Aosta
22 Settembre 2006 - 4 Febbraio 2007


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
7 Luglio 2006 - 29 Ottobre 2006


- Aosta
24 Giugno 2006 - 15 Ottobre 2006


Museo Archeologico Regionale - Aosta
16 Giugno 2006 - 24 Settembre 2006


Centro Saint-Bénin - Aosta
19 Maggio 2006 - 22 Ottobre 2006


Espace Porta Decumana - Aosta
12 Maggio 2006 - 26 Agosto 2006


Espace Porta Decumana - Aosta
10 Marzo 2006 - 30 Aprile 2006


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
28 Gennaio 2006 - 9 Aprile 2006


Museo Archeologico Regionale - Aosta
2 Dicembre 2005 - 7 Maggio 2006


Centro Saint-Bénin - Aosta
26 Novembre 2005 - 23 Aprile 2006


Espace Porta Decumana - Aosta
4 Novembre 2005 - 4 Marzo 2006


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
21 Ottobre 2005 - 8 Gennaio 2006


Espace Porta Decumana - Aosta
16 Luglio 2005 - 15 Ottobre 2005


- Aosta
10 Luglio 2005 - 4 Settembre 2005


- Aosta
24 Giugno 2005 - 16 Ottobre 2005


Museo Archeologico Regionale - Aosta
1 Giugno 2005 - 23 Ottobre 2005


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
18 Maggio 2005 - 18 Settembre 2005


Centro Saint-Bénin - Aosta
14 Maggio 2005 - 25 Settembre 2005


Espace Porta Decumana - Aosta
25 Febbraio 2005 - 12 Maggio 2005


Centro Saint-Bénin - Aosta
18 Dicembre 2004 - 3 Aprile 2005


Museo Archeologico Regionale - Aosta
4 Dicembre 2004 - 1 Maggio 2005


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
26 Novembre 2004 - 10 Aprile 2005


Espace Porta Decumana - Aosta
12 Novembre 2004 - 13 Febbraio 2005


- Aosta
6 Agosto 2004 - 10 Ottobre 2004


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
16 Luglio 2004 - 31 Ottobre 2004


- Aosta
25 Giugno 2004 - 17 Ottobre 2004


Museo Archeologico Regionale - Aosta
11 Giugno 2004 - 24 Ottobre 2004


Espace Porta Decumana - Aosta
14 Maggio 2004 - 19 Settembre 2004


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
8 Aprile 2004 - 11 Luglio 2004


Centro Saint-Bénin - Aosta
2 Aprile 2004 - 31 Ottobre 2004


Espace Porta Decumana - Aosta
29 Gennaio 2004 - 18 Aprile 2004


Centro Saint-Bénin - Aosta
19 Dicembre 2003 - 21 Marzo 2004


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
13 Dicembre 2003 - 28 Marzo 2004


Museo Archeologico Regionale - Aosta
6 Dicembre 2003 - 13 Aprile 2004


Espace Porta Decumana - Aosta
24 Ottobre 2003 - 18 Gennaio 2004


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
4 Ottobre 2003 - 30 Novembre 2003


Tour Fromage - Aosta
19 Luglio 2003 - 12 Ottobre 2003


Espace Porta Decumana - Aosta
12 Luglio 2003 - 12 Ottobre 2003


- Aosta
5 Luglio 2003 - 19 Ottobre 2003


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
28 Giugno 2003 - 21 Settembre 2003


Museo Archeologico Regionale - Aosta
21 Giugno 2003 - 26 Ottobre 2003


Museo Archeologico Regionale - Aosta
21 Giugno 2003 - 26 Ottobre 2003


Tour Fromage - Aosta
1 Giugno 2003 - 16 Luglio 2003

AFRO
Lavoratori in miniera
Museo Archeologico Regionale - Aosta
27 Maggio 2003 - 8 Giugno 2003


Centro Saint-Bénin - Aosta
18 Aprile 2003 - 7 Settembre 2003


Tour Fromage - Aosta
21 Marzo 2003 - 1 Maggio 2003


Torre del Lebbroso - Aosta
15 Febbraio 2003 - 30 Marzo 2003


Espace Porta Decumana - Aosta
29 Gennaio 2003 - 30 Marzo 2003


Tour Fromage - Aosta
24 Gennaio 2003 - 16 Marzo 2003


Museo Archeologico Regionale - Aosta
21 Dicembre 2002 - 13 Maggio 2003


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
14 Dicembre 2002 - 30 Marzo 2003


Centro Saint-Bénin - Aosta
12 Dicembre 2002 - 9 Marzo 2003


Torre del Lebbroso - Aosta
30 Novembre 2002 - 9 Febbraio 2003


Tour Fromage - Aosta
23 Novembre 2002 - 12 Gennaio 2003


Espace Porta Decumana - Aosta
19 Ottobre 2002 - 12 Gennaio 2003


Tour Fromage - Aosta
6 Ottobre 2002 - 17 Novembre 2002


Tour Fromage - Aosta
12 Luglio 2002 - 29 Settembre 2002


Espace Porta Decumana - Aosta
12 Luglio 2002 - 29 Settembre 2002


- Aosta
7 Luglio 2002 - 20 Ottobre 2002


Centro Saint-Bénin - Aosta
21 Giugno 2002 - 3 Novembre 2002


Museo Archeologico Regionale - Aosta
14 Giugno 2002 - 27 Ottobre 2002


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
7 Giugno 2002 - 13 Ottobre 2002


Torre del Lebbroso - Aosta
2 Giugno 2002 - 25 Agosto 2002


Tour Fromage - Aosta
19 Aprile 2002 - 7 Luglio 2002


Espace Porta Decumana - Aosta
13 Aprile 2002 - 30 Giugno 2002


Espace Porta Decumana - Aosta
12 Gennaio 2002 - 31 Marzo 2002


Museo Archeologico Regionale - Aosta
14 Dicembre 2001 - 7 Aprile 2002


Centro Saint-Bénin - Aosta
7 Dicembre 2001 - 14 Aprile 2002


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
23 Novembre 2001 - 12 Maggio 2002


Espace Porta Decumana - Aosta
29 Settembre 2001 - 12 Gennaio 2002


Tour Fromage - Aosta
15 Luglio 2001 - 8 Ottobre 2000


Espace Porta Decumana - Aosta
13 Luglio 2001 - 15 Settembre 2001


Museo Archeologico Regionale - Aosta
7 Luglio 2001 - 7 Ottobre 2001


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
7 Luglio 2001 - 21 Ottobre 2001


- Aosta
6 Luglio 2001 - 30 Settembre 2001


Centro Saint-Bénin - Aosta
5 Luglio 2001 - 21 Ottobre 2001


Museo Archeologico Regionale - Aosta
30 Giugno 2001 - 14 Ottobre 2001


- Aosta
28 Giugno 2001 - 15 Ottobre 2001


Centro Saint-Bénin - Aosta
16 Giugno 2001 - 21 Ottobre 2001


Torre del Lebbroso - Aosta
25 Maggio 2001 - 1 Luglio 2001


Museo Archeologico Regionale - Aosta
28 Aprile 2001 - 17 Giugno 2001


Museo Archeologico Regionale - Aosta
28 Aprile 2001 - 17 Giugno 2001


Torre del Lebbroso - Aosta
23 Marzo 2001 - 13 Maggio 2001


Torre del Lebbroso - Aosta
19 Gennaio 2001 - 11 Marzo 2001


Tour Fromage - Aosta
19 Dicembre 2000 - 10 Giugno 2001


Museo Archeologico Regionale - Aosta
7 Dicembre 2000 - 16 Marzo 2001


Museo Archeologico Regionale - Aosta
7 Dicembre 2000 - 16 Aprile 2001


Centro Saint-Bénin - Aosta
7 Dicembre 2000 - 18 Marzo 2001


Torre del Lebbroso - Aosta
1 Dicembre 2000 - 7 Gennaio 2001


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
18 Novembre 2000 - 14 Gennaio 2001


Torre del Lebbroso - Aosta
8 Settembre 2000 - 12 Novembre 2000


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
27 Luglio 2000 - 8 Ottobre 2000


Centro Saint-Bénin - Aosta
15 Luglio 2000 - 8 Ottobre 2000


Centro Saint-Bénin - Aosta
15 Luglio 2000 - 8 Ottobre 2000


Museo Archeologico Regionale - Aosta
8 Luglio 2000 - 8 Ottobre 2000


Museo Archeologico Regionale - Aosta
8 Luglio 2000 - 8 Ottobre 2000


Tour Fromage - Aosta
3 Giugno 2000 - 2 Luglio 2000


Centro Saint-Bénin - Aosta
18 Maggio 2000 - 25 Giugno 2000


Museo Archeologico Regionale - Aosta
13 Maggio 2000 - 25 Giugno 2000


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
13 Maggio 2000 - 25 Giugno 2000


Tour Fromage - Aosta
6 Maggio 2000 - 28 Maggio 2000


Centro Saint-Bénin - Aosta
18 Dicembre 1999 - 7 Maggio 2000


Torre del Lebbroso - Aosta
18 Dicembre 1999 - 7 Maggio 2000


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
18 Dicembre 1999 - 7 Maggio 2000


Tour Fromage - Aosta
11 Dicembre 1999 - 25 Aprile 2000


Museo Archeologico Regionale - Aosta
4 Dicembre 1999 - 25 Aprile 2000


Museo Archeologico Regionale - Aosta
4 Dicembre 1999 - 25 Aprile 2000


Tour Fromage - Aosta
16 Ottobre 1999 - 8 Dicembre 1999


Centro Saint-Bénin - Aosta
15 Luglio 1999 - 3 Ottobre 1999


Museo Archeologico Regionale - Aosta
10 Luglio 1999 - 10 Ottobre 1999


Museo Archeologico Regionale - Aosta
10 Luglio 1999 - 10 Ottobre 1999


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
10 Luglio 1999 - 3 Ottobre 1999


Tour Fromage - Aosta
9 Luglio 1999 - 3 Ottobre 1999


- Aosta
3 Luglio 1999 - 19 Settembre 1999


Torre del Lebbroso - Aosta
3 Luglio 1999 - 3 Ottobre 1999


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
22 Maggio 1999 - 4 Luglio 1999


Museo Archeologico Regionale - Aosta
24 Aprile 1999 - 4 Luglio 1999


Museo Archeologico Regionale - Aosta
24 Aprile 1999 - 4 Luglio 1999


Tour Fromage - Aosta
17 Aprile 1999 - 23 Maggio 1999


Chiesa di San Lorenzo - Aosta
3 Aprile 1999 - 16 Maggio 1999


Museo Archeologico Regionale - Aosta
17 Dicembre 1998 - 11 Aprile 1999


Centro Saint-Bénin - Aosta
12 Dicembre 1998 - 5 Aprile 1999


Tour Fromage - Aosta
5 Dicembre 1998 - 5 Aprile 1999


Centro Saint-Bénin - Aosta
16 Luglio 1998 - 4 Ottobre 1998


Museo Archeologico Regionale - Aosta
11 Luglio 1998 - 18 Ottobre 1998


- Aosta
27 Giugno 1998 - 27 Settembre 1998


Centro Saint-Bénin - Aosta
14 Maggio 1998 - 5 Luglio 1998


Tour Fromage - Aosta
9 Maggio 1998 - 5 Luglio 1998


Museo Archeologico Regionale - Aosta
7 Maggio 1998 - 5 Luglio 1998

Eugenio Guglielminetti. Legni, ferri e tessiture
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
16 Aprile 1998 - 11 Giugno 1998


Centro Saint-Bénin - Aosta
15 Dicembre 1997 - 3 Maggio 1998


Museo Archeologico Regionale - Aosta
13 Dicembre 1997 - 26 Aprile 1998


Tour Fromage - Aosta
4 Dicembre 1997 - 3 Maggio 1998

Aosta, Centro Saint-Bénin
Castelli e Torri in Valle d'Aosta
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
17 Ottobre 1997 - 30 Novembre 1997


Museo Archeologico Regionale - Aosta
24 Aprile 1997 - 12 Ottobre 1997

Aosta, Chiesa di San Lorenzo
Icone di Bruno Cassinari
Aosta, Chiesa di San Lorenzo

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
11 Luglio 1996 - 29 Settembre 1996

André Masson. La saggezza delirante della natura
Museo Archeologico Regionale - Aosta
6 Luglio 1995 - 15 Ottobre 1995

Roberto Priod. Forme in equilibrio
Tour Fromage - Aosta
1 Dicembre 1994 - 10 Gennaio 1995

Marc Chagall. Una bellezza manifesta
Marc Chagall. Una bellezza manifesta
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
24 Novembre 1994 - 1 Febbraio 1995

La leggenda misteriosa della Scuola di Parigi a Montparnasse
Centro Saint-Bénin - Aosta
11 Agosto 1994 - 12 Ottobre 1994

Francesco Messina. Una visione sfolgorante
Centro Saint-Bénin - Aosta
11 Dicembre 1993 - 13 Febbraio 1994

Gabriella Benedini. Equinozi
Gabriella Benedini. Equinozi
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
3 Novembre 1993 - 15 Gennaio 1994

Marco Rossati. Bibliche immanenze
Tour Fromage - Aosta
30 Ottobre 1993 - 10 Gennaio 1994

Giuseppe Zigaina. Il viaggiatore della notte
Torre del Lebbroso - Aosta
16 Ottobre 1993 - 16 Gennaio 1994

Barbara Tutino. Assonanze Piromantiche
Barbara Tutino. Assonanze Piromantiche
Bard, Forte di Bard (Aosta)

Forte di Bard - Aosta
17 Luglio 1993 - 15 Ottobre 1993

Marina Torchio. Attraversamenti
Marina Torchio. Attraversamenti
Bard, Forte di Bard (Aosta)

Forte di Bard - Aosta
17 Luglio 1993 - 15 Ottobre 1993

Andrea Granchi. Viaggi obliqui
Tour Fromage - Aosta
10 Luglio 1993 - 3 Ottobre 1993

Gauguin e i suoi amici pittori in Bretagna
Centro Saint-Bénin - Aosta
3 Luglio 1993 - 7 Novembre 1993

I labirinti del segno
I labirinti del segno
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
29 Maggio 1993 - 31 Agosto 1993

Giovanni Testori. La notte oscura dell'ombra
Tour Fromage - Aosta
3 Aprile 1993 - 27 Giugno 1993

Viaggio fotografico nell'interno della Valle d'Aosta
Centro Saint-Bénin - Aosta
19 Dicembre 1992 - 7 Febbraio 1993

Bruno D'Arcevia. Concerto per l'immaginario
Tour Fromage - Aosta
24 Ottobre 1992 - 31 Gennaio 1993

Uomini Santi e Draghi. Capolavori del Museo Puškin di Mosca
Centro Saint-Bénin - Aosta
18 Luglio 1992 - 8 Novembre 1992

Luciano Finessi. Una parabola oceanica
Luciano Finessi. Una parabola oceanica
Bard, Forte di Bard (Aosta)

Forte di Bard - Aosta
4 Luglio 1992 - 15 Ottobre 1992

Marco Jaccond. Casanova: Labirinto o Narciso
Scuderie Forte di Bard. Bard - Aosta
4 Luglio 1992 - 15 Ottobre 1992

Fernand Michaud. L'invisibile nudità
Fernand Michaud. L'invisibile nudità
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
27 Giugno 1992 - 6 Settembre 1992

Gianfranco Baruchello. L'Altopiano dell'incerto
- Aosta
20 Giugno 1992 - 20 Settembre 1992

Arturo Nathan. Illusione e destino
Arturo Nathan. Illusione e destino
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
11 Aprile 1992 - 28 Giugno 1992

Gianantonio Abate. Macchine per la fabbricazione di sogni
Torre del Lebbroso - Aosta
4 Aprile 1992 - 14 Giugno 1992

Roberto Barni. Le sollazzevoli istorie
Tour Fromage - Aosta
28 Marzo 1992 - 7 Giugno 1992

Realtà e Surrealtà. Fotografia al femminile. Astrid - Mari Mahr - Patrizia Nuvolari
Torre dei Signori di Quart - Aosta
29 Febbraio 1992 - 31 Marzo 1992

Peter Stämpfli. Alta fedeltà, sguardi sonori
Centro Saint-Bénin - Aosta
23 Novembre 1991 - 31 Gennaio 1992

Behi Shamiri. Un'idea d'infinito
Behi Shamiri. Un'idea d'infinito
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
19 Ottobre 1991 - 6 Gennaio 1992

Giuseppe Modica. Le stanze inquiete
Tour Fromage - Aosta
12 Ottobre 1991 - 12 Gennaio 1992

Giorgio De Silva. Memorie da nessun luogo
Giorgio De Silva. Memorie da nessun luogo
Aosta, Torre dei Signori di Quart

Torre dei Signori di Quart - Aosta
16 Settembre 1991 - 6 Gennaio 1992

Nanda Lanfranco. Foto di gruppo
Nanda Lanfranco. Foto di gruppo
Aosta, Torre dei Signori di Quart

Torre dei Signori di Quart - Aosta
7 Settembre 1991 - 20 Ottobre 1991

Joe Tilson. Una luce da Eleusis
Tour Fromage - Aosta
13 Luglio 1991 - 29 Settembre 1991

Alberto Savinio. Pittore di teatro
Alberto Savinio. Pittore di Teatro
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
6 Luglio 1991 - 15 Ottobre 1991

Emilio Isgrò. C'è chi dice Madame Bovary
Centro Saint-Bénin - Aosta
22 Giugno 1991 - 15 Settembre 1991

Silvia Lelli - Roberto Masotti. L'attimo prima della musica
Torre dei Signori di Quart - Aosta
25 Maggio 1991 - 21 Luglio 1991

Vladimir Velickovic
Centro Saint-Bénin - Aosta
27 Aprile 1991 - 23 Giugno 1991

Giorgio Tonelli. Oggettività magica
Giorgio Tonelli. Oggettività magica
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
1 Marzo 1991 - 2 Giugno 1991

Massimo Rao. Notturno in un interno
Tour Fromage - Aosta
15 Febbraio 1991 - 21 Aprile 1991

Un itinerario sul filo della scultura
Un itinerario sul filo della scultura
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
14 Dicembre 1990 - 10 Febbraio 1991

Giovanni Thoux. La radice dell'espressione
Giovanni Thoux. Laradice dell'espressione
Aosta, Chiesa di San Lorenzo

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
7 Dicembre 1990 - 27 Gennaio 1991

Jacques Monory. Sade - Rivoluzione - Impossibile
Tour Fromage - Aosta
12 Ottobre 1990 - 6 Gennaio 1991

Giovanni Guarlotti. Una stagione romantica
Centro Saint-Bénin - Aosta
24 Agosto 1990 - 30 Settembre 1990

Il fiore dell'Impressionismo. Opere grafiche della Bibliothèque Nationale di Parigi
Centro Saint-Bénin - Aosta
13 Luglio 1990 - 31 Ottobre 1990

Marco Del Re. All'alba del Millennio
- Aosta
4 Maggio 1990 - 1 Luglio 1990

Franco Vaccari. Ossessioni
Franco Vaccari. Ossessioni
Aosta, Tour Fromage

Tour Fromage - Aosta
2 Marzo 1990 - 29 Aprile 1990

Vasco Ascolini. Aosta metafisica e altri luoghi
Vasco Ascolini. Aosta metafisica e altri luoghi
Aosta, Torre dei Signori di Quart

Torre dei Signori di Quart - Aosta
2 Ottobre 1989 - 5 Novembre 1989

Enrico Colombotto Rosso. Una
Torre del Lebbroso - Aosta
22 Settembre 1989 - 31 Dicembre 1989

Riccardo Tommasi Ferroni. Il volo dell'Ippogrifo
Tour Fromage - Aosta
15 Settembre 1989 - 31 Ottobre 1989

Doriino Ouvrier. Il suono della materia
Doriino Ouvrier. Il suono della materia
Aosta, Chiesa di San Lorenzo

Chiesa di San Lorenzo - Aosta
8 Settembre 1989 - 8 Ottobre 1989

Arturo Martini. Il gesto e l'anima
Arturo Martini. Il gesto e l'anima
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
7 Luglio 1989 - 1 Ottobre 1989

Lucio Del Pezzo. Spedizione notturna
Lucio Del Pezzo. Spedizione notturna
Torre del Lebbroso. Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
19 Maggio 1989 - 27 Agosto 1989

Franco Angeli. Canto del Cigno
Tour Fromage - Aosta
28 Aprile 1989 - 31 Agosto 1989

Paul Rebeyrolle. Materia e Esistenza
Paul Rebeyrolle. Materia e Esistenza
Centro Saint-Bénin. Aosta

Centro Saint-Bénin - Aosta
7 Aprile 1989 - 28 Giugno 1989

Mario De Biasi. Colori in libertà
Mario De Biasi. Colori in libertà
Aosta, Torre dei Signori di Quart

Torre dei Signori di Quart - Aosta
26 Novembre 1988 - 31 Dicembre 1988

Il Fronte Nuovo delle Arti
Il Fronte Nuovo delle Arti
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
19 Ottobre 1988 - 11 Novembre 1988

Gianni Del Bue. Dietro il sipario
Gianni Del Bue. Dietro il sipario
Torre del Lebbroso. Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
15 Ottobre 1988 - 31 Dicembre 1988

Emilio Tadini. Città italiane
Tour Fromage - Aosta
8 Ottobre 1988 - 31 Dicembre 1988

Renzino Cosson. La montagna incantata
Renzino Cosson. La montagna incantata
Aosta, Torre dei Signori di Quart

Torre dei Signori di Quart - Aosta
3 Settembre 1988 - 3 Ottobre 1988

Il ramo d'oro della Valle d'Aosta. Sculture in legno e in pietra
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
6 Agosto 1988 - 31 Agosto 1988

Cro-mantica. Colore e linguaggio
Tour Fromage - Aosta
27 Luglio 1988 - 2 Ottobre 1988

Nino Longobardi. Visibile e invisibile
Nino Longobardi. Visibile e invisibile
Torre del Lebbroso. Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
22 Luglio 1988 - 25 Settembre 1988

Vlaminck. Il pittore e la critica
Vlaminck. Il pittore e la critica
Aosta, Centro Saint-Bénin

Centro Saint-Bénin - Aosta
28 Maggio 1988 - 28 Agosto 1988

Mario Schifano. Verde fisico
Mario Schifano. Verde fisico
Aosta, Tour Fromage

Tour Fromage - Aosta
30 Aprile 1988 - 24 Luglio 1988

Gillo Dorfles. Metamorfosi
Gillo Dorfles. Metamorfosi
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
23 Aprile 1988 - 3 Luglio 1988

Felice Levini. Geometrie del disordine
Felice Levini. Geometrie del disordine
Aosta, Torre del Lebbroso

Torre del Lebbroso - Aosta
20 Febbraio 1988 - 17 Aprile 1988

Mimmo Germanà. Terra incognita
Tour Fromage - Aosta
13 Febbraio 1988 - 10 Aprile 1988

Mirella Bentivoglio. Hyper Ovum
Mirella Bentivoglio. Hyper Ovum
Torre del Lebbroso. Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
14 Novembre 1987 - 31 Gennaio 1988

Lucio Bulgarelli. Luce dalla tela
Tour Fromage - Aosta
7 Novembre 1987 - 31 Gennaio 1988

Tano Festa. Barocco romano
Tano Festa. Barocco romano
Aosta, Tour Fromage

Tour Fromage - Aosta
8 Agosto 1987 - 25 Ottobre 1987

Bruno Benuzzi. Lo zoo di polvere
Bruno Benuzzi. Lo zoo di polvere
Torre del Lebbroso . Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
1 Agosto 1987 - 25 Ottobre 1987

Paolo Baratella. Il viaggio di Orfeo
Paolo Baratella. Il viaggio di Orfeo
Forte di Bard. Bard (Aosta)

Forte di Bard - Aosta
18 Luglio 1987 - 27 Settembre 1987

Umberto Mastroianni. L'irruenza della forma
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
11 Luglio 1987 - 15 Settembre 1987

Flavio Costantini. La pittura nella Torre
Torre del Lebbroso - Aosta
6 Giugno 1987 - 2 Agosto 1987

Luigi Mainolfi. la pelle del mondo è ruvida
Tour Fromage - Aosta
11 Aprile 1987 - 31 Maggio 1987

Pablo Echaurren. Il mago e la fiaba
Pablo Echaurren. Il mago e la fiaba
Torre del Lebbroso. Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
4 Aprile 1987 - 31 Maggio 1987

Allitterazioni. 10 artisti del MAC tra ieri e oggi
Allitterazioni. Dieci artisti del MAC
Torre del lebbroso. Aosta

Torre del Lebbroso - Aosta
14 Febbraio 1987 - 31 Marzo 1987

Omar Galliani. Il lato oscuro dell'ombra
Tour Fromage - Aosta
7 Febbraio 1987 - 29 Marzo 1987

Èmile Bionaz
Èmile Bionaz
Aosta, Torre dei Signori di Quart

Torre dei Signori di Quart - Aosta
1 Febbraio 1987 - 3 Marzo 1987

Albero Abate. Artificio e Immaginazione
Alberto Abate. Artificio ed Immaginazione
Mostra alla Tour Fromage di Aosta.

Tour Fromage - Aosta
18 Ottobre 1986 - 15 Dicembre 1986




Torna su