Cantiere evento a Château Vallaise di Arnad

Da sabato 12 agosto a domenica 27 agosto 2017

Tutti i giorni visite guidate gratuite, dalle ore 14 alle ore 19

con partenza ogni 30 minuti (ultimo ingresso alle ore 18.30)

Non è necessaria la prenotazione

 

 

Château Vallaise riapre le sue porte, dopo il grande successo riscosso in occasione dell’apertura straordinaria del 2011, per svelare al pubblico il risultato dell’importante intervento di restauro e valorizzazione, iniziato nell’ambito della Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia (Alcotra) 2007-2013 e successivamente proseguito con fondi regionali. Dal 2010, anno della sua acquisizione da parte dell’Amministrazione regionale, è, infatti, stato oggetto di indagini archeologiche, mappature del degrado, interventi di rifacimento strutturale, consolidamento e risanamento di diverse parti dell’edificio.

La conservazione e la promozione del patrimonio culturale valdostano sono al centro dell’attività dell’Assessorato dell’istruzione e cultura che, tramite iniziative come Châteaux Ouverts, mira a coinvolgere la popolazione negli interventi di tutela e valorizzazione dei beni presenti sul territorio, garantendone la fruizione prima della loro definitiva apertura al pubblico.

In questo contesto si inserisce il cantiere evento a Château Vallaise che consentirà di visitare un castello ancora poco conosciuto e al momento chiuso al pubblico. L’obiettivo è permettere al maggior numero di persone di conoscere la storia di questa raffinata dimora signorile e dell’importante famiglia nobiliare che vi abitò per ben sei secoli.

Dal 12 al 27 agosto, durante le visite guidate gratuite, sarà, infatti, possibile vedere dal vivo alcuni degli ambienti dell’elegante palazzo, opera dell’architetto Giovanni Battista Vercelli detto Canova, voluta da Charles-François-Félix de Vallaise-Romagnano tra il 1663 e il 1670, resa possibile grazie alla ricca dote di Giovanna Maria Gabuto, sposata in seconde nozze. Al XVII secolo risale anche il pregevole ciclo pittorico, rappresentativo del periodo barocco in Valle d’Aosta, opera di abili maestranze valsesiane. Degli undici ambienti decorati, in occasione del cantiere evento, saranno visitabili l’ingresso, con la decorazione ottocentesca, dipinta a finti stucchi e festoni di fiori, fatta realizzare dal successivo proprietario Giacomo Giacobino (o GIacobini); la cosiddetta Sala di Davide, la grandiosa sala di rappresentanza al piano nobile con grandi scene raffiguranti storie dell’eroe biblico; la Sala dei Feudi in cui sono illustrati i possedimenti dei Vallaise, che si estendevano dalla Bassa Valle al vicino Canavese, tra cui è possibile riconoscere anche la bianca facciata del castello incastonato tra vigneti e boschi rigogliosi; la cosiddetta Camera della Fenice le cui pareti sono decorate da paesaggi boschivi animati soltanto da anatre, cigni e dalla fenice da cui prende il nome la stanza; la Galleria, completamente rivestita da una ricca decorazione dipinta a finti stucchi bianchi e dorati, tra cui è possibile riconoscere figure femminili tratte dalle incisioni de LaGallerie des femmes fortes del gesuita Pierre Le Moyne.

L’allestimento multimediale nelle sale del pianterreno permetterà, inoltre, ai visitatori di approfondire non solo la conoscenza del castello e della famiglia Vallaise, ma anche del territorio circostante.

Venerdì 11 agosto, alle ore 18.00, avrà luogo l’evento di inaugurazione durante il quale si svolgeranno visite guidate a cura dei funzionari della Soprintendenza per i beni e le attività culturali in cui verranno illustrati i ricchi cicli pittorici del castello, la storia della famiglia Vallaise e gli importanti lavori di restauro e valorizzazione. Nel corso della serata Mauro Colantonio e Maximiliano Pacheco eseguiranno brani di Marin Marais e J. Ph. Rameau nella suggestiva cornice di Château Vallaise.

 

 

Per ulteriori informazioni:

Assessorato Istruzione e Cultura

Tel. 0165 272684

beniculturali@regione.vda.it

 



Torna su