News - Nuovo processo insediativo per immobili industriali

martedý 24 gennaio 2012

ITER E TEMPISTICHE PER LINSEDIAMENTO

NEGLI IMMOBILI INDUSTRIALI

Il processo insediativo in immobili industriali regionali consta di 3 macro fasi: la fase informativa, la fase di istruttoria e la fase di impianto ed è regolato da Delibera della Giunta regionale n. 922/2011 .

La fase informativa prevede un’attività di supporto e tutoraggio all’impresa da parte dell’Assessorato attività produttive, più specificatamente da parte del Servizio sviluppo economico e concertazione. Tale attività si sviluppa in una serie di contatti, incontri informativi e/o di approfondimento con le imprese, volti a fornire ai soggetti proponenti nuove iniziative, informazioni relative agli strumenti agevolativi regionali a supporto delle attività imprenditoriali e alle opportunità localizzative.

A quest’ultimo proposito, durante la fase informativa, l’impresa viene accompagnata nello svolgimento di sopralluoghi protesi ad individuare il potenziale sito dove svolgere l’attività proposta. Contestualmente al sopralluogo viene svolto un incontro con il direttore tecnico di Vallée d’Aoste Structure s.r.l., società partecipata al 100% dalla Regione a cui è stato affidato il compito di gestire il patrimonio immobiliare regionale e che sarà parte contrattuale insieme all’azienda che potenzialmente siglerà il contratto di locazione. Durante tale incontro verranno illustrate le condizioni contrattuali e le specifiche tecniche del fabbricato di interesse.

L’attività di tutoraggio comporta, come già accennato precedentemente, lo svolgimento di incontri informativi rispetto agli aiuti e agli incentivi regionali a supporto di attività imprenditoriali.

Durante la fase informativa l’Assessorato attività produttive, nello specifico il Servizio sviluppo economico e concertazione, svolge altresì una funzione di raccordo tra i plurimi soggetti con cui un’impresa si interfaccerà. Per fare degli esempi:

- organizzerà, se necessario, degli incontri informativi di approfondimento con le diverse strutture all’interno dell’Assessorato che si occupano specificatamente degli strumenti finanziari a supporto delle imprese, come la Direzione assistenza alle imprese, ricerca e qualità ( aiuti per la ricerca, per le certificazioni ecc..) o la Direzione attività produttive ( aiuti per investimenti produttivi, per l’imprenditoria giovanile ecc..);

- accompagnerà l’impresa durante i sopralluoghi, occasione d’incontro con Vallée d’Aoste Structure s.r.l.;

- organizzerà, se necessario, degli incontri allargati, a cui parteciperà anche Finaosta s.p.a., soggetto a cui perverranno sia la domanda di insediamento per gli immobili industriali regionali, sia le domande di finanziamento. Rispetto alle domande insediative Finaosta s.p.a. svolgerà propria istruttoria e fornirà parere a Vallée d’Aoste Structure s.r.l.; rispetto alle domande di finanziamento Finaosta s.p.a., oltre che analizzare la domanda, sarà anche soggetto erogatore degli aiuti.

(Si sottolinea che la domanda insediativa e le domande per eventuali contributi o finanziamenti sono domande differenti, con diversa modulistica e ognuna con il proprio iter istruttorio. Per la modulistica insediativa vedi qui di seguito, per la modulistica su agevolazioni consulta nel sito l’area Incentivi; per ogni tipo di aiuto è reperibile il testo di legge, i criteri applicativi e la modulistica per effettuare domanda).

A seguito dei suddetti incontri, nel caso in cui l’impresa sia concretamente interessata all’insediamento in Valle d’Aosta ed abbia individuato l’immobile adatto alla propria attività, al fine di innescare l’iter istruttorio, essa dovrà inviare all’Assessorato attività produttive, sulla base di traccia fornita dall’Amministrazione stessa, una manifestazione formale di interesse corredata di sintetica documentazione sull’iniziativa imprenditoriale (vedi modulistica preliminare).

La suddetta documentazione verrà esaminata da una commissione tecnica, denominata “Commissione insediamenti”, composta dal Dirigente del Servizio sviluppo economico e concertazione dell’Assessorato attività produttive, dal Direttore tecnico di Vallée d’Aoste Structure s.r.l. e dal Direttore studi e assistenza alle imprese di Finaosta s.p.a.

La commissione insediamenti ha il compito di effettuare una valutazione preliminare sull’insediabilità dell’attività sulla base di 5 criteri delineati dalla Delibera della Giunta regionale n. 922/2011 . La commissione dovrà fornire tale parare orientativo, dandone comunicazione all’azienda, entro 15 giorni dalla ricezione della documentazione presentata dall’impresa.

La fase di istruttoria tecnico-economica di dettaglio prende avvio nel momento in cui l’impresa presenta domanda di insediamento ufficiale con progetto imprenditoriale (business plan) in Finaosta s.p.a. (vedi modulistica ufficiale). Quest’ultima ha 90 giorni di tempo per i casi complessi e 30 per i casi semplici per fornire a Vallée d’Aoste Structure s.r.l. proprio parere tecnico. I criteri di valutazione su cui Finaosta s.p.a. baserà il proprio parere sono aggregati in 4 macro-aree valutative:

- le potenzialità economico-finanziarie dell’iniziativa imprenditoriale

- le potenzialità tecnologiche e di innovazione

- l’impatto sulla collettività

- la coerenza con la strategia di sviluppo

(I criteri di selezione per ogni macro-area suddetta sono specificati dalla Delibera della Giunta regionale n. 922/2011 )

Dal ricevimento dell’eventuale parere positivo di Finaosta s.p.a., Vallée d’Aoste Structure s.r.l. deve elaborare e proporre all’azienda il contratto entro 45 giorni (15 gg per le micro imprese) e, contestualmente, fare richiesta all’Assessorato attività produttive di autorizzazione all’insediamento.

Entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta di Vallée d’Aoste Structure s.r.l., la Giunta Regionale delibererà l’eventuale autorizzazione all’insediamento.

Si specifica che per le iniziative imprenditoriali di dimensioni contenute, intendendosi tali le microimprese ai sensi della definizione comunitaria (meno di 10 dipendenti e fatturato inferiore a 2 Mln €) con esigenza insediativa ≤ a 400mq, sono previsti, pur con il medesimo iter fin qui descritto, criteri di valutazione semplificati ( Delibera della Giunta regionale n. 922/2011 ) e una modulistica più snella ( vedi modulistica preliminare e modulistica ufficiale per iniziative di dimensioni contenute).

La fase di impianto prevede la stipula del contratto entro 60 giorni dalla deliberazione autorizzativa della Giunta. Il contratto sarà un contratto di locazione 6+6.



Servizio informativo realizzato nell'ambito dell'iniziativa "Sviluppo Industriale - sistema Valle d'Aosta" dell'Assessorato Attività Produttive e cofinanziato dal FESR nel quadro del POR Competitività Regionale 2007/2013

AttivitÓ produttive



Torna su