Contributi per ricerca e sviluppo

LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 1993, N. 84 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

INTERVENTI REGIONALI IN FAVORE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO 

BANDO A FAVORE DI IMPRESE INDUSTRIALI PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

AMBITO MONTAGNA DI ECCELLENZA N. 1_2015

Obiettivo dell’intervento:

Il Bando finanzia le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di nuovi prodotti, processi produttivi o servizi delle imprese industriali con almeno 10 dipendenti.

Ambito di intervento

Coerentemente con la Smart specialization strategy della Regione Valle d’Aosta per il periodo 2014-2020, i progetti presentati dovranno prevedere ricadute nell’ambito Montagna di eccellenza:

Produzioni per la Montagna

Produzioni specializzate per la montagna (attrezzature, abbigliamento, nuovi materiali)

Consolidamento/rilancio industria esistente

Acciai Speciali

Meccanica

Automotive

Elettronica

Sistemi ITC

Comprensori sciistici

Sistemi e Applicazioni per biglietteria e controllo accessi su smart-phone

Mobile-Apps specializzate per info e prenotazioni sui comprensori

Sistemi in rete tra operatori

Alte Vie/Sistema dei Rifugi

Mobile-Apps specializzate per escursionisti (mappe, info, realtà aumentata, sistemi di prenotazione, sicurezza/posizionamento, reti tra operatori)

Applicazioni per il controllo e la tutela delle aree naturalistiche


Soggetti beneficiari:

 -        le piccole, medie e grandi  imprese industriali con almeno 10 dipendenti;

-        i consorzi di ricerca fra imprese industriali con almeno 5 dipendenti;

-        le reti di impresa, composte da almeno 3 imprese industriali, operanti nelle attività di ricerca e sviluppo;

-        i centri di ricerca con almeno 5 dipendenti e il cui capitale sia detenuto in misura non inferiore al 70% da imprese industriali.

Si considerano industriali le imprese che esercitano come attività prevalente un’attività economica identificata nelle seguenti sezioni della “Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007”:

-       sezione B (estrazione di minerali da cave o torbiere) limitatamente alle classi 8.11, 8.12, 9.90,

-       sezione C (attività manifatturiere) con esclusione delle categorie 12, 19,

-       sezione F (costruzioni),

-       sezione J (servizi di informazione e comunicazione) limitatamente alle categorie 58, 59, 61, 62 e alle classi 63.11 e 63.12,

-       sezione M (attività professionali, scientifiche e tecniche) limitatamente alle classi 71.2 e 72.1.

I richiedenti devono essere iscritti al Registro delle imprese e devono essere attivi al momento della presentazione della domanda.

I richiedenti devono  soddisfare, al momento di presentazione della domanda, il seguente parametro di capacità economico-finanziaria:

-        patrimonio netto > (costo progetto di ricerca – contributo pubblico)/2, per le medie e per le grandi imprese,

-        patrimonio netto > (costo progetto ricerca – contributo pubblico)/3, per le piccole imprese.

Costi ammissibili:

Per la realizzazione dei progetti di ricerca potranno essere riconosciute solo le spese quietanzate effettivamente necessarie per il progetto, sostenute per attività effettuate nel periodo di svolgimento del progetto di ricerca e, comunque, dopo la comunicazione alla Regione dell’accettazione del contributo e dell’avvenuto avvio del progetto

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per:

il personale impiegato per il progetto di ricerca; gli strumenti e le attrezzature di nuovo acquisto nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati nel progetto di ricerca; i materiali per la ricerca; le consulenze di ricerca; la ricerca contrattuale, le competenze tecniche e i brevetti; le spese generali supplementari derivanti direttamente dal progetto di ricerca; i recuperi.

Caratteristiche degli interventi finanziabili e intensità di finanziamento:

I contributi concedibili ad ogni beneficiario, determinati applicando ai costi considerati ammissibili le intensità indicate nel presente articolo, non potranno superare i seguenti massimali di importo:

-        per le grandi imprese: euro 500.000,

-        per le medie imprese: euro 250.000,

-        per le piccole imprese: euro 150.000.

Per le imprese insediate nell’area industriale Cogne di Aosta e nella pépinière d’entreprises di Pont-Saint-Martin, i contributi concedibili ad ogni beneficiario, determinati applicando ai costi considerati ammissibili le intensità indicate nel presente articolo, non potranno superare i seguenti massimali di importo:

-        per le grandi imprese: euro 600.000,

-        per le medie imprese: euro 300.000,

-        per le piccole imprese: euro 180.000.

Si intendono insediate nell’area industriale Cogne di Aosta o nella pépinière d’entreprises di Pont-Saint-Martin le imprese che nelle medesime dispongono della sede operativa valdostana.

L’area industriale Cogne è definita dalla sezione censuaria n. 250 del comune di Aosta.

La pépinière d’entreprises è l’edificio situato nell’area ex ILSSA Viola di Pont-Saint-Martin di proprietà di Vallée d’Aoste Structure s.r.l.

Nel caso di progetti presentati da imprese singole l’intensità di aiuto prevista, relativamente ai costi ammissibili, è la seguente:

 

Grandi imprese

Medie imprese

Piccole imprese

ricerca industriale

40%

50 %

60 %

sviluppo sperimentale

15%

25 %

35 %

Nel caso di collaborazione effettiva tra almeno 2 imprese indipendenti o tra un’impresa ed un organismo di ricerca l’intensità di aiuto prevista, relativamente ai costi ammissibili, è la seguente:

 

Grandi imprese

Medie imprese

Piccole imprese

ricerca industriale

55%

65 %

70 %

sviluppo sperimentale

30%

40 %

50 %

Alle imprese che presentano una variazione positiva del fatturato o, in alternativa, della quantità dei beni prodotti nell’ultimo bilancio approvato al momento di presentazione della domanda rispetto alla media del triennio precedente e una variazione positiva nel numero dei dipendenti rispetto alla media del triennio precedente, le intensità saranno aumentate:

-        del 5% nel caso in cui uno dei due fattori (fatturato, oppure quantità dei beni, o dipendenti) presenti una variazione positiva;

-        di un ulteriore 5% nel caso in cui entrambi i fattori (fatturato oppure quantità dei beni e dipendenti) presentino una variazione positiva.

Per tutti i progetti, una parte significativa dell'attività di ricerca dovrà essere svolta in Valle d'Aosta.

Il requisito si intende soddisfatto quando le attività svolte in Valle d’Aosta comporteranno costi ammissibili per un importo almeno pari al 60% del totale dei costi del progetto ammissibili a contributo.

La durata dei progetti dovrà essere compresa tra un minimo di 12 mesi ed un massimo di 36 mesi.

Presentazione delle domande di partecipazione:

Le domande di contributo, presentate in bollo (marca da bollo da 16 euro) sulla modulistica sotto riportata, dovranno pervenire in busta chiusa alla Struttura ricerca, innovazione e qualità dell’Assessorato attività produttive, energia e politiche del lavoro, Piazza della Repubblica, 15 – Aosta entro le ore 12.00 del 30 settembre 2015.

Le domande pervenute oltre i termini prefissati non saranno ritenute ammissibili.

La busta, oltre al mittente, dovrà riportare chiaramente la dicitura: “NON APRIRE - Bando a favore di imprese industriali per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo”.

La busta dovrà contenere al suo interno la seguente documentazione:

-          Istanza di partecipazione;

-          Allegato A – Dichiarazione requisiti;

-          Allegato B – Proposta progettuale;

-          gli altri allegati previsti dalla domanda;

-          ricevuta del versamento della cauzione di euro 750,00.

Le domande pervenute in tempo utile saranno oggetto di valutazione da parte di una Commissione tecnica nominata successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle domande.

Al termine della valutazione verrà redatta una graduatoria in base al punteggio complessivo ottenuto da ciascun progetto.

La graduatoria sarà approvata con provvedimento del dirigente della Struttura ricerca, innovazione e qualità, che provvederà anche alla concessione dei relativi contributi.

La comunicazione della concessione dell’agevolazione verrà data ai beneficiari a mezzo di posta elettronica certificata.

Il beneficiario, entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione della concessione dell’agevolazione, dovrà riscontrare alla Regione comunicando l’accettazione del contributo, l’avvenuto avvio del progetto e l’eventuale richiesta di liquidazione dell’anticipo.

Ufficio regionale di riferimento:

Struttura ricerca, innovazione e qualità

Ufficio ricerca e qualità

P.zza della Repubblica, 15 – 11100 Aosta

D’Andrea Giorgio – tel. 0165 – 274594 e-mail: g.dandrea@regione.vda.it

Gaioni Silvia - tel. 0165 - 274761 e-mail: s.gaioni@regione.vda.it

Orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 14.00

 

 

Attività produttive



Torna su