BiodiversitÓ e aree naturali protette

Loc. AmÚrique 127/a - 11020 QUART
Telefono: 0165776420 - @: s.tutino@regione.vda.it
Dirigente: Santa TUTINO

  1. assicura gli adempimenti connessi all’attuazione delle direttive europee in materia di biodiversità (92/43/UE, 147/2009/UE), compresi la procedura di valutazione di incidenza e l’aggiornamento dei dati e delle informazioni tecniche dei siti oggetto di tutela
  2. predispone e attua la normativa regionale in materia di biodiversità, aree naturali protette, tutela della flora alpina e giardini botanici alpini in coerenza con la normativa nazionale e comunitaria
  3. promuove e attua gli studi e la ricerca scientifica in campo naturalistico, biologico ed ecosistemico
  4. provvede alla pianificazione, istituzione e finanziamento del sistema delle aree naturali protette regionali;
  5. assicura le attività di tutela, gestione, sistemazione e recupero del patrimonio naturale tutelato: aree naturali protette regionali, siti Natura 2000, giardini botanici alpini
  6. provvede all’erogazione dei contributi agli enti gestori dei giardini botanici alpini ai sensi della l.r. n. 40/1994 e alla Fondation Grand Paradis ai sensi della l.r.14/2004
  7. assicura la gestione della Misura 20 “Assistenza tecnica al Programma” del programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Valle d’Aosta ed effettua i controlli sui progetti cofinanziati per i quali è stato individuato quale controllore di primo livello
  8. assicura gli adempimenti connessi all’attuazione del Decreto legislativo n. 230/2017 (Specie esotiche invasive) per quanto attiene alle specie aliene vegetali, ivi compreso il coordinamento del gruppo di lavoro permanente sulle specie vegetali esotiche;
  9. coordina le attività e collabora con gli enti locali per una coerente strategia regionale di conservazione e valorizzazione dell’ambiente naturale, con particolare riferimento all’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso e all’Ente Parco Naturale Mont Avic
  10. programma, progetta, attua e controlla gli interventi di valorizzazione delle aree naturali protette e del patrimonio naturale regionale
  11. progetta, attua, monitora e controlla i progetti cofinanziati con fondi europei e/o statali di propria competenza
  12. gestisce il Museo regionale di Scienze naturali Efisio Noussan attraverso:
    • la promozione della cultura delle scienze naturali, dell’ecosistema alpino e dell’uso sostenibile delle risorse naturali
    • la promozione della ricerca nell’ambito delle biotecnologie applicate alla biodiversità, all’ecologia, all’agro-biodiversità e alla tutela ambientale
    • l’esecuzione di analisi genetiche a supporto di altre strutture regionali
    • la raccolta, la conservazione e la valorizzazione dei reperti e delle collezioni riferite alla storia naturale, all’ambiente naturale valdostano e alle sue tradizioni
    • l’attuazione dell’accordo di programma tra la Regione e il Comune di Saint-Pierre per gli interventi di restauro conservativo e allestimento museale/museografico della struttura
  13. assicura l’attuazione della Strategia nazionale della biodiversità attraverso l’Osservatorio regionale della biodiversità, attua iniziative di informazione ed educazione ambientale, promuove il turismo naturalistico sostenibile




Torna su