Ufficio servizi zootecnici/U.M.A.

DANNI DA RISANAMENTO - anno 2017

 

Le disposizioni regionali prevedono la possibilità di concedere aiuti per i danni causati dall’applicazione di programmi di eradicazione di epizoozie. Gli aiuti possono ammontare sino al 100% dei costi sostenuti e, qualora le richieste superino le risorse finanziarie disponibili, i contributi saranno rideterminati operando una riduzione proporzionale dell’intervento. Le domande devono essere presentate all’Ufficio servizi zootecnici/U.M.A. dello scrivente Dipartimento (tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 14.00) oppure, nei giorni di apertura, presso gli uffici periferici di Châtillon, Morgex e Pont-Saint-Martin, entro il 10 novembre

 

Dichiarazione di monticazione – anno 2017

 

Le disposizioni regionali prevedono l’obbligo, per i conduttori di alpeggi e mayen, della compilazione della dichiarazione di monticazione da presentare all’ufficio servizi zootecnici/U.M.A. dello scrivente Dipartimento (tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 14.00 oppure presso gli uffici periferici di Châtillon, Morgex e Pont-Saint-Martin) entro 10 giorni dalla data di salita.

 

Si ricorda che l’iscrizione all’anagrafe degli alpeggi e/o mayen sostituisce la registrazione ai sensi del Reg. (CE) 853/2014/CE.

 

 

Carburanti agricoli agevolati

I carburanti impiegati nelle attività agricole (gasolio e benzina) sono ammessi ad agevolazione fiscale mediante riduzione dell’accisa. Possono farne richiesta i titolari di azienda agricola, i consorzi di meccanizzazione agricola e le cooperative agricole, in regola con l’iscrizione all’anagrafe regionale delle aziende agricole e al registro delle imprese della Camera di commercio della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

I moduli per le domande, in forma cartacea, sono reperibili all'Ufficiio servizi zootecnici/U.M.A. di Saint-Christophe oppure agli sportelli di front-office di Morgex, Châtillon e Pont-Saint-Martin (per gli orari di apertura clicca qui).

Le domande possono essere presentate dal 1° gennaio al 30 giugno di ogni anno.

Controlli funzionali attrezzature per distribuzione prodotti fitosanitari

Ai sensi del Piano d’Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, approvato con Decreto Interministeriale del 22/01/2014, è obbligatorio sottoporre a controllo funzionale periodico le attrezzature utilizzate per la distribuzione di prodotti fitosanitari utilizzate in ambito agricolo ed extra-agricolo. Il controllo deve essere effettuato in uno dei centri autorizzati dalle Regioni (consultare il database al link www.centriprovairroratrici.unito.it).

Sono escluse dall’obbligo di controllo:
- le irroratrici portatili e spalleggiate, azionate dall’operatore con pompante a leva manuale;
- le irroratrici spalleggiate a motore prive di ventilatore, quando non utilizzate per trattamenti su colture protette.
Le inadempienze sono soggette a sanzioni da 500 a 2.000 euro (ai sensi del D.Lgs n. 150 del 14/08/2012) e, in caso di controlli relativi alla condizionalità, anche a riduzioni ed esclusioni dei premi previsti nell’ambito della PAC.

Abilitazione alla guida e revisioni trattori

Coloro che utilizzano un trattore agricolo e/o forestale sono tenuti (ai sensi dell’art. 73, comma 5 del D.lgs 81/2008) a essere in possesso di una formazione e addestramento adeguati e specifici, tali da consentire l’utilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possono essere causati ad altre persone. I corsi, le cui modalità sono definite dall’accordo Stato/Regioni del 22 febbraio 2012, possono essere organizzati da soggetti formatori pubblici (Regioni, Ministero del lavoro, INAIL), associazioni datoriali, ordini professionali e soggetti privati accreditati. I corsi prevedono l’effettuazione di lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche da effettuarsi in campo le cui specifiche caratteristiche sono individuate per legge.

Dal 1° gennaio 2016 è scattato anche l’obbligo della revisione per i trattori immatricolati entro la fine del 1973, come stabilito dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti del 20 maggio 2015 che discende dal D.lgs n. 285 del 30 aprile 1992.

Nota: ai fini dell’immatricolazione o dell’annotazione del trasferimento della proprietà di una macchina agricola, ai sensi delle norme contenute nel dpr n. 445/2000, non è in alcun modo resa obbligatoria la produzione, all’Ufficio della Motorizzazione, di certificazioni rilasciate dagli uffici regionali ex UMA; ciò anche in considerazione del fatto che l’impresa è conosciuta presso i predetti uffici regionali, soltanto nel caso in cui faccia richiesta di fruire del carburante agricolo agevolato.

 



Torna su