Vinitaly 2018 - Verona

La partecipazione della Valle d’Aosta a Vinitaly 2018, prevista a Verona dal 15 al 18 aprile, sarà eroica, come la sua viticoltura. Nonostante le gelate di fine inverno 2017 che hanno seriamente compromesso una produzione delicata quanto preziosa che si inserisce tra le più particolari del panorama vitivinicolo italiano, i viticoltori valdostani saranno presenti anche quest’anno al Salone dedicato alla viticoltura

Coordinate dall’Associazione Viticoltori Valle d’Aosta (VIVAL), saranno le seguenti 18 realtà valdostane presenti a Verona (Padiglione 12, stand A3, B3, C3) che, come sempre, offriranno agli operatori del settore e agli appassionati un’ampia panoramica di vini di un’annata sicuramente sfortunata dal punto di vista meteorologico, ma non per questo povera di importanti novità:

Cave de Donnas, Cave des Onze Communes, Distillerie Saint Roch, Grosjean Vins, Institut Agricole Régional, La Crotta di Vegneron, La Source sas di Stefano Celi, Les Crêtes, Lo Triolet di Marco Martin, Maison Agricole D&D di Daniela Dellio, Ottin Vini e Rosset Terroir.

Partecipano solo con i loro vini nello spazio comune: Pavese Ermes, La Crotta di Prado, Tanteun e Marietta, Pianta Grossa, Azienda Vevey Albert e La Crotta de la Meurdzie di Vevey.

L’Assessorato Agricoltura e Risorse naturali ha previsto per l’occasione una serie di degustazioni dedicate ai prodotti DOP e PAT del territorio, in abbinamento ai vini della Regione, per presentare l’unicità e l’autenticità della filiera enogastronomica di qualità. Sono inoltre organizzati specifici momenti per gli organi di stampa.

 

Agricoltura



Torna su