Consorzi, consorterie ed enti locali, contributi per spese di gestione

L’articolo 19, comma 1, lettera b) e comma 2 della legge regionale 3 agosto 2016, n. 17 “Nuova disciplina degli aiuti regionali in materia di agricoltura e di sviluppo rurale” stabilisce che, al fine di sostenere una corretta gestione delle infrastrutture rurali, possono essere concessi ai consorzi di miglioramento fondiario costituiti ai sensi del regio decreto 13 febbraio 1933, n. 215, alle consorterie riconosciute ai sensi della legge regionale 5 aprile 1973, n. 14 e agli enti locali e alle loro forme associative gestori di opere irrigue aiuti a fondo perduto per le spese relative all’attività di gestione, di funzionamento e di manutenzione delle opere di miglioramento fondiario di propria competenza.

La deliberazione della Giunta regionale n. 1603 assunta in data 25 novembre 2016 approva i  criteri e le modalità di applicazione, disciplinando i contributi per le attività che fanno capo ai beneficiari sopramenzionati. Per spese relative all'"attività di gestione, di funzionamento e di manutenzione" si intendono quelle occorrenti per il funzionamento generale degli enti, nonché per l’esercizio e la manutenzione delle opere di miglioramento fondiario gestite dai beneficiari.

 

Agricoltura



Torna su