Corsi per l'apprendimento di tecniche di lavorazione artigianali

Ai sensi degli articoli 11 e 12 della legge regionale 21 gennaio 2003, n. 2, la Regione incentiva i corsi per l'apprendimento di tecniche di lavorazione artigianali di tradizione, in particolare quelli relativi a lavorazioni in via di progressivo abbandono, organizzati in Valle d'Aosta da enti pubblici o privati, quali Comuni, Unités des Communes Valdôtaines, associazioni, fondazioni e istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

I criteri per lo svolgimento dei corsi, nonché le modalità di concessione dei relativi contributi, sono stati approvati con deliberazione della Giunta regionale 1211/2016 e successivamente modificati con le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- dgr 37/2017, con la quale ai fini della partecipazione alle manifestazioni fieristiche gli istruttori potranno tenere ulteriori corsi, rispetto al limite stabilito dal comma 5 dell’articolo 10 dei criteri sopra citati, purché svolti nel rispetto delle disposizioni sopra citate e preventivamente autorizzati dalla Regione;

- dgr 993/2017 la quale ha previsto nuove modalità per la visita al M.A.V., anticipando altresì la scadenza delle domande per la concessione dei contributi sopra indicati all’8 settembre di ciascun anno.

 

 


 

Presentazione della domanda

La domanda di contributo per la copertura parziale delle spese sostenute dovrà essere presentata, utilizzando la modulistica di seguito allegata, alla Struttura ricerca, innovazione e qualità, entro l'8 settembre di ogni anno, e trasmessa via pec all'indirizzo: industria_artigianato_energia@pec.regione.vda.it

Alla domanda di contributo è da allegare la seguente documentazione:

  • programma dettagliato del corso;
  • previsione analitica dei costi;
  • elenco degli allievi corredato da copia delle autocertificazioni con cui gli stessi dichiarano il numero di corsi già frequentati per la stessa categoria di lavorazione, a partire dall'autunno dell'anno 2003; le autodichiarazioni dovranno essere compilate sul modulo di seguito allegato.

N.B.: Limitatamente alla sessione formativa 2017/2018, gli allievi che si iscrivono al II anno di corso, dovranno dichiarare, nella domanda, di aver effettuato la visita al M.A.V., oppure di impegnarsi a farla entro 3 mesi dalla data di presentazione della stessa.

 

 


 

Uditori

Per uditori si intendono gli allievi che hanno già frequentato 4 corsi per la stessa categoria di lavorazione e i soggetti non residenti in Valle d'Aosta.

Gli uditori, come gli allievi, devono essere coperti da assicurazione di responsabilità civile e infortuni e sono tenuti al versamento della quota di iscrizione. A differenza degli allievi non avranno però diritto al rilascio dell'attestato finale di partecipazione al corso.

Gli uditori non concorrono alla formazione del numero minimo di partecipanti previsto dai criteri applicativi, ma concorrono al numero massimo di partecipanti, il quale deve rispettare, tra allievi ed uditori, il rapporto minimo di superficie netta delle aule formative per partecipante pari a 1,80 m2.

I corsi riguardanti la particolare tipologia delle lavorazioni delle categorie "lavorazioni in ferro battuto" e "oggetti torniti", il cui numero di allievi non dovrà essere superiore a 5, potranno prevedere, previa autorizzazione dell'amministrazione regionale, fino ad un massimo di 2 uditori. 

Nel caso di ritiro di un partecipante, e in qualsiasi momento dell'attività, l'uditore che possiede i requisiti per essere allievo può subentrare come titolare ed avere diritto al rilascio dell'attestato finale di partecipazione. Perché ciò possa avvenire, l'uditore deve aver registrato la propria presenza sull'apposito registro per almeno il 60% delle ore svolte sino al momento del subentro.

 

 


 

Entità e calcolo dell'agevolazione

La Regione concede contributi per la realizzazione dei corsi per l'apprendimento di tecniche di lavorazione artigianali, nella misura massima seguente:

  • euro 3.000 per i corsi delle categorie aventi un numero di iscritti al registro di produttori di oggetti di artigianato di cui all'art. 8 della l.r. 2/2003 inferiore a 50, alla data dell'ultima edizione della Fiera di Sant'Orso;
  • euro 2.000 per i corsi delle categorie aventi un numero di iscritti al registro compreso tra 50 e 100;
  • euro 1.000 per i corsi delle categorie aventi un numero di iscritti al registro superiore a 100.

I contributi verranno liquidati al termine dei corsi, nei limiti degli importi concessi e delle spese sostenute, a seguito di presentazione, entro il 30 giugno di ogni anno, della documentazione prevista all'articolo 12 dei criteri applicativi sopra citati.

L'importo sarà calcolato detraendo dai costi sostenuti gli incassi derivanti dalle quote di iscrizione degli allievi.

 


 

Quota di iscrizione allievi

A carico degli allievi dovrà essere posta una quota di iscrizione, a copertura parziale dei costi.

Considerata la finalità dell'iniziativa, volta a favorire l'apprendimento delle tecniche di lavorazione dell'artigianato valdostano di tradizione, si invitano i soggetti organizzatori dei corsi a considerare l'opportunità di chiedere una quota di iscrizione ridotta agli studenti e, in generale, ai minorenni che intendano partecipare ai corsi. 

 


 

Registro di presenza

I docenti dovranno compilare l'allegato registro di presenza, che documenta lo svolgimento dei corsi e ne costituisce documento ufficiale, previa vidimazione da parte del funzionario comunale incaricato.

 

 


 

Visita al MAV

Per gli allievi iscritti ai corsi per la prima volta, l’ammissione al corso successivo al primo è subordinata all’effettuazione di una visita gratuita al M.A.V. (Museo Artigianato Valdostano), da svolgersi liberamente in data e orari di apertura dello stesso, entro la data di iscrizione all’anno successivo che potrà avvenire solo previa presentazione dell’attestazione di avvenuta visita al M.A.V.”.

Detta visita è gratuita per i docenti e gli allievi, mentre sarà a pagamento per eventuali accompagnatori.

Segreteria del Museo (tel. 0165 763912 - email: museo@lartisana.vda.it).

 

 


 

Attestato di partecipazione

Alla fine dei corsi, ai partecipanti che hanno frequentato almeno il 70% delle ore di lezione, sarà consegnato da parte dell'ente organizzatore un attestato finale di partecipazione, necessario agli stessi allievi per partecipare a ogni corso successivo al primo. 

A tal fine si allega un modello di attestato che non ha carattere vincolante.

 

 


 

Presentazione del rendiconto

I contributi saranno erogati, al termine dei corsi, a seguito di apposita istanza presentata alla Struttura ricerca, innovazione e qualità dell'Assessorato attività produttive, energia, politiche del lavoro e ambiente - Piazza della Repubblica, 15 - 11100 Aosta, entro il 30 giugno di ciascun anno, allegando la seguente documentazione:

  • rendicontazione dettagliata di tutte le spese sostenute e delle quote incassate a titolo di iscrizione;
  • fatture di spesa o documenti equipollenti in originale, debitamente quietanzati, relativi alla prestazione degli istruttori, all'eventuale aquisto di materiale didattico e attrezzatura, nonché ad altre spese;
  • ricevute o copia dell'ordinativo di incasso relativo alle quote versate dai partecipanti a titolo di iscrizione al corso;
  • polizza assicurativa o documento equipollente, in originale, debitamente quietanzato;
  • registri di presenza al corso;
  • copia degli attestati finali di partecipazione;
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dell'ente organizzatore e dell'istruttore attestante la regolarità dello svolgimento del corso, nonché di non aver beneficiato, per le spese oggetto di contributo, di altre agevolazioni (di seguito allegato il relativo modulo).
 

 

 



 

 

Ufficio regionale di riferimento

Struttura ricerca, innovazione e qualità - Piazza della Repubblica, 15 - 11100 Aosta

Referenti

Luisa Cheli - 0165 274941 - email l.cheli@regione.vda.it

Emanuela Dandres - tel 0165 274763 - email e.dandres@regione.vda.it

Orari di apertura al pubblico

da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00

 



Torna su